Confcommercio Palermo: "Serve un'informazione chiara, rigorosa e corretta no a comunicazione irresponsabile" - Asset Display Page

Confcommercio Palermo: "Serve un'informazione chiara, rigorosa e corretta no a comunicazione irresponsabile"

DateFormat

28 febbraio 2020

"Rischiamo di morire di fame prima ancora che di coronavirus a causa di una psicosi collettiva, irrazionale e autolesionista, provocata da una comunicazione in molti casi irresponsabile o superficiale, con affermazioni non sufficientemente ponderate. Come fa, ad esempio, un uomo delle istituzioni a invitare i turisti del nord a non venire in Sicilia?". Lo afferma Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, che ha già chiesto alla confederazione nazionale che vengano estesi anche a Palermo i provvedimenti che il Governo dovrà mettere in campo a sostegno delle imprese in ginocchio. "In particolare, - dice - abbiamo chiesto la sospensione delle scadenze contributive e fiscali, l'estensione del fondo integrazioni salariali alle piccole e micro aziende e l'attivazione della Cassa in deroga per le altre. Occorrerà anche una moratoria per i mutui con le banche". "La gente ha la percezione di essere di fronte a una sorta di peste bubbonica e senza speranza - commenta la Di Dio -: non è così ed è ora che vengano veicolati messaggi corretti attraverso una informazione seria, rigorosa, chiara e prudente".

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca