DL Agosto, Confcommercio Professioni: prevedere indennità per esclusi e misure per competitività - Asset Display Page

DL Agosto, Confcommercio Professioni: prevedere indennità per esclusi e misure per competitività

Le nuove indennità previste dal decreto per i settori maggiormente colpiti dalla crisi non possono escludere tutti quei professionisti che hanno subito un sostanziale azzeramento del volume d’affari in questa fase, in particolare le professioni turistiche, come le guide e gli accompagnatori. 

DateFormat

9 settembre 2020

Confcommercio Professioni valuta positivamente il riconoscimento nel Decreto Agosto dell’indennità riservata ai professionisti iscritti alle casse previdenziali private anche per il mese di maggio, ma ritiene necessarie ulteriori misure a favore dei professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS che abbiano subito riduzioni di reddito rispetto all'anno precedente per coprire un arco temporale più ampio e più coerente con la contrazione delle attività effettivamente registrata.

 

Le nuove indennità previste dal decreto per i settori maggiormente colpiti dalla crisi non possono escludere tutti quei professionisti che hanno subito un sostanziale azzeramento del volume d’affari in questa fase, in particolare le professioni turistiche, come le guide e gli accompagnatori, che altrimenti rischiano seriamente di scomparire con grave perdita di capitale umano e competenze. Anche la loro positiva inclusione nel fondo istituito dal Decreto Rilancio per interventi di sostegno al settore turistico e incrementato dal Decreto Agosto rende necessario individuare criteri a loro applicabili per la destinazione delle risorse.

 

Quanto ai versamenti fiscali e previdenziali, per Confcommercio Professioni è opportuno prevedere una proroga ulteriore al mese di settembre, oltre a moratorie più ampie e inclusive e a una significativa diluizione del debito fiscale pregresso cumulato. Ugualmente, è auspicabile anche una ulteriore proroga almeno al mese di dicembre dell'azione di riscossione dei tributi già iscritti a ruolo.

 

Per rafforzare l’accesso al digitale e competitività, Confcommercio Professioni chiede infine che venga rifinanziato il Voucher digitalizzazione da 10.000 euro già previsto per le pmi e che venga esteso anche ai professionisti che a livello comunitario sono ad esse assimilati in quanto operatori economici, oltre a mirati interventi di sostegno per gli investimenti anche attraverso un credito d’imposta per l’acquisto di servizi di natura professionale.

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca