Confcommercio Ragusa: incontro con le Federazioni del sistema

Vertice a Ragusa delle Federazioni aderenti al sistema Confcommercio. Il presidente provinciale Manenti: "Stiamo definendo le soluzioni per attivare percorsi di ampio respiro in sostegno ai nostri associati". L'Associazione lancia un corso per le attività ricettive.

Un vertice per individuare le misure più adatte al sostegno degli associati alle prese con numerose problematiche. E' il senso dell'incontro che si è tenuto nella sede di Ragusa in via Roma con il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti e con i presidenti delle varie federazioni sindacali facenti parte del sistema. Sono 39 le federazioni aderenti a Confcommercio. Ha partecipato anche il direttore Emanuele Brugaletta. "Un vertice necessario – sottolinea il presidente Manenti – perché ci ha consentito di fare il punto, tutti assieme, quindi con i rappresentanti apicali delle varie categorie che fanno parte del pianeta Confcommercio, su quali possono essere le possibili soluzioni da attuare sul territorio a sostegno dei nostri iscritti. Naturalmente, le questioni che abbiamo affrontato sono quelle che, in questo periodo, attanagliano maggiormente gli operatori dei nostri comparti produttivi, vale a dire l'abusivismo, il fenomeno dell'e-commerce e il mancato rispetto delle norme in relazione a questi aspetti. Inoltre, abbiamo colto l'occasione anche per parlare di concorrenza sleale oltre che della necessità di attivare dei percorsi di rigenerazione urbana a partire dai centri storici che consentano ai nostri associati di proporsi sotto una veste differente, con maggiore appeal nei confronti dei potenziali consumatori. Stiamo valutando la possibilità di attivare degli studi specifici che ci consentano di comprendere qual è la migliore direzione da percorrere. Insomma, le stiamo studiando tutte per attivare percorsi sostenibili di ampio respiro e che consentano al sistema Confcommercio di gettare le basi per ottenere maggiore competitività a vantaggio dei propri associati. E sulle tematiche di cui sopra chiederemo un confronto con le amministrazioni comunali della nostra provincia perché il nostro intento prioritario è quello di sensibilizzare gli enti locali territoriali su queste problematiche".

L'Associazione lancia un corso per le attività ricettive

Un corso su come avviare e gestire un'attività ricettiva extralberghiera in Sicilia. E' il tema dell'iniziativa formativa avviata nei giorni scorsi all'interno dei locali dell'associazione commercianti di Ragusa. Il corso, che riguarda attività come i bed and breakfast, affittacamere, case vacanza, albergo diffuso, locazione turistica, è stato promosso da Confcommercio Ragusa con docente Franz Cannizzo, esperto del settore. Il corso avrà una durata complessiva di venticinque ore. Tra gli argomenti che saranno affrontati: la normativa turistica del ricettivo in Sicilia e come costruire i prodotti turistici nella provincia iblea; quali turisti ospitare nelle nostre future attività ricettive e il web per la promozione e la commercializzazione della nostra ospitalità; quali servizi offrire agli ospiti; come costruire un buon reddito, con la nostra futura attività ricettiva, con o senza partita Iva; l'erogazione dei finanziamenti agevolati. Alla fine del corso sarà consegnata ai partecipanti l'attestazione di frequenza. Le iscrizioni al corso, per future sessioni, sono sempre aperte. "Grazie a un profondo conoscitore del settore come Cannizzo – afferma il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti – cercheremo di attirare l'attenzione di chi intende investire in questo settore fermo restando che la formazione è un elemento imprescindibile per cercare di avere successo. Come associazione di categoria, stiamo cercando di creare le opportunità per consentire ai potenziali operatori di mettersi in linea con tutte le occasioni che arrivano dal settore e che devono consentirci di potere interagire con i visitatori nella maniera più corretta per erogare quei servizi di qualità che chi viene a trovarci si attende".

 

10 gennaio 2019