Confcommercio su attentato panificio a Palermo

Confcommercio su attentato panificio a Palermo

DateFormat

28 luglio 1997
99/1997

"Non è con le intimidazioni, le minacce e l'uso di taniche di benzina che si riuscirà a far abbassare la testa ai commercianti palermitani che, sia pure a denti stretti, continuano a credere nella giustizia e nei valori di un vero e libero mercato": questa la reazione di Confcommercio all'attentato incendiario che stamani all'alba ha distrutto il panificio di Pietro Lo Piccolo, presidente dell'Unione panificatori palermitani e membro di giunta della Federazione.
Questi episodi da basso Far West, vanno giudicati per quel che realmente sono: atti vandalici fatti da gente che vive ai margini della legge e che crede di poter ottenere tutto con la forza. Ma questa gente, conclude la nota - si scontra contro un muro chiamato mercato che la Confcommercio difenderà con tutti i mezzi e utilizzando tutte le risorse disponibili
".

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca