Confcommercio su conti pubblici: no a vecchie o nuove "patrimoniali"

19/2011

Confcommercio su conti pubblici: no a vecchie o nuove "patrimoniali"

DateFormat

26 gennaio 2011
19/11

 

 

19/11       

Roma, 26.01 2011

 

 

 

 

 

 

 

CONFCOMMERCIO su CONTI PUBBLICI:

NO A VECCHIE O NUOVE “PATRIMONIALI�

 

 

Per il futuro del nostro Paese è necessario affrontare con determinazione il nodo del macigno storico del debito pubblico. Infatti, ridurre il costo del servizio del debito pubblico è essenziale per liberare risorse per gli investimenti. Ma la strada per cogliere questi obiettivi non è certo quella della riproposizione di vecchie o nuove “patrimoniali� a carico dei privati. Per abbattere il debito pubblico c’è, infatti, tanto patrimonio pubblico vendibile e ci sono privatizzazioni ancora praticabili, anche al livello degli enti locali: è quanto dichiara in una nota Confcommercio sul dibattito in corso circa la proposta avanzata oggi da Pellegrino Capaldo.

 

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca