Confcommercio su inflazione: calo per effetto petrolio

Tutto da verificare l'"impatto" della finanziaria nei prossimi mesi98/2006

Confcommercio su inflazione: calo per effetto petrolio

DateFormat

3 novembre 2006
98/06

 

98/06
Roma, 31.10.06

 

 

 

Tutto da verificare l’�impatto� della finanziaria nei prossimi mesi

 

CONFCOMMERCIO SU INFLAZIONE:

CALO PER EFFETTO PETROLIO

 

 

 

Segnale favorevole per l’economia italiana anche in considerazione del fatto che ottobre è il mese in cui, tradizionalmente, si rinnovano i listini di molti beni e servizi: questo il commento del Centro Studi Confcommercio ai dati diffusi oggi dall’Istat sull’andamento dei prezzi al consumo di ottobre.

 

Infatti â€" prosegue la nota - questa diminuzione, che ha riportato l’inflazione sotto la soglia del 2%, unita agli andamenti registrati negli ultimi mesi, che hanno visto l’inflazione italiana reagire repentinamente alle minori tensioni sui mercati delle materie prime petrolifere, dimostra come il sistema economico italiano non presenti al suo interno particolari tensioni inflazionistiche.

 

Il dato, comunque, non va letto con eccessivo entusiasmo in quanto â€" conclude Confcommercio - la tendenza al rientro dei prezzi potrebbe registrare nei prossimi mesi un’inversione di tendenza a causa degli aumenti conseguenti a molte delle misure contenute nella legge finanziaria, essenzialmente sul versante dei prezzi amministrati e dell’IVA, e di nuove possibili tensioni sui mercati petroliferi, ancora condizionati da molti elementi di instabilità.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca