Confcommercio su inflazione: gli alimentari tengono bassi i prezzi

Qualche rischio nei prossimi mesi per l'aumento delle materie prime16/10

Confcommercio su inflazione: gli alimentari tengono bassi i prezzi

DateFormat

5 febbraio 2010
16/10

 

 

16/10

Roma, 5.02.10

 

 

Qualche rischio nei prossimi mesi per l’aumento delle materie prime

 

Confcommercio su inflazione: gli alimentari tengono bassi i prezzi

 

 

 

Sostanziale stabilità dei prezzi al consumo su base mensile e rialzo, largamente prevedibile, su base tendenziale determinato dall’aumento dei prezzi delle materie prime petrolifere alla luce del confronto con le dinamiche registrate tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009: questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio alle stime sui prezzi diffuse oggi dall’Istat.

 

La sostanziale stasi dei prezzi degli alimentari, che prosegue ormai da quasi un anno – continua la nota - ha portato in 12 mesi il tasso tendenziale d’inflazione dal 3,8% allo 0,3%. Destano, invece, ancora qualche preoccupazione, oltre che i prezzi delle materie prime petrolifere, anche le dinamiche di prezzo dei servizi regolamentati, sia a livello locale che nazionale, da mesi con una significativa tendenza all’aumento.

 

Dinamiche – conclude Confcommercio - che rischiano di riflettersi negativamente sui redditi disponibili delle famiglie e sui bilanci delle imprese in una fase ancora non consolidata di avvio della ripresa.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca