Confcommercio su prezzi: dato parzialmente inatteso, pesano energia e trasporti

In frenata il calo delle vendite84/2009

Confcommercio su prezzi: dato parzialmente inatteso, pesano energia e trasporti

DateFormat

31 agosto 2009
84/09

 

 

 

84/09
Roma, 31.8.09

 

 

 

In frenata il calo delle vendite

 

CONFCOMMERCIO SU PREZZI: DATO PARZIALMENTE INATTESO,
PESANO ENERGIA E TRASPORTI

 

 

 

Dato che riflette essenzialmente le tensioni sui prezzi dei carburanti, indotte dagli andamenti internazionali, ed alcuni effetti stagionali sui prezzi nel settore dei trasporti aerei e dei servizi ricreativi, ma che incorpora anche un calo dei prezzi degli alimentari, per il terzo mese consecutivo, dell’abbigliamento e delle calzature: questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio alle stime dei prezzi nel mese di agosto diffuse oggi dall’Istat.

 

All’interno del comparto alimentare – prosegue la nota - va sottolineato il continuo calo, in termini congiunturali, dei prezzi della pasta, che ha determinato, dopo tre anni e mezzo, una diminuzione dei prezzi anche in termini tendenziali (-2,1% rispetto ad agosto 2008), a conferma di come la distribuzione segua, sia pure con tempistiche diverse, gli andamenti registrati alle fasi relative alla produzione. Analoga tendenza ad una diminuzione dei prezzi, in termini congiunturali, si segnala anche per i prodotti ortofrutticoli freschi.

 

Il dato complessivo dell’inflazione, che inverte la tendenza al ridimensionamento che permaneva da un anno, non può non creare alcune preoccupazioni – conclude Confcommercio - anche alla luce del calo registrato dalle vendite al dettaglio la cui dinamica mostra comunque un significativo rallentamento della tendenza alla riduzione degli acquisti, avvalorando l’ipotesi di superamento della fase più negativa del ciclo dei consumi.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca