Confcommercio su prezzi: prevedibile il dato, incerto il futuro

11/2009

Confcommercio su prezzi: prevedibile il dato, incerto il futuro

DateFormat

5 febbraio 2009
11/09

 

11/09

Roma, 5 febbraio 2009

 

 

 

CONFCOMMERCIO SU PREZZI:

PREVEDIBILE IL DATO, INCERTO IL FUTURO

 

 

Dato che conferma sostanzialmente tre elementi: la crisi profonda e strutturale dell’economia e delle dinamiche di consumo delle famiglie; l’esaurirsi degli effetti dell’impennata delle materie prime energetiche; più favorevoli politiche di prezzo del settore della distribuzione e servizi (ormai un prodotto su tre viene venduto a prezzi decrescenti grazie a promozioni e offerte): questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio al dato sull’inflazione di gennaio diffuso dall’Istat.

 

Resta da verificare, comunque, nei prossimi mesi se la riduzione in atto dei costi sostenuti dalle famiglie per le cosiddette spese obbligate (mutui, affitti, bollette, assicurazioni, ecc.) “libererà” risorse che le famiglie decideranno di destinare ad altre tipologie di consumo. Questo elemento risentirà inevitabilmente del clima di fiducia dei prossimi mesi.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca