Confcommercio VdA: "bene gli aiuti ai negozi di vicinato"

Confcommercio VdA: "bene gli aiuti ai negozi di vicinato"

L'Associazione giudica favorevolmente la decisione della Regione di stanziare un fondo per i piccoli esercizi che si occupano di commercio al dettaglio di generi alimentari e di prima necessità.

DateFormat

2 dicembre 2021

“Un provvedimento lodevole”. Questo il commento di Graziano Dominidiato, presidente di Confcommercio Valle d'Aosta, sulla decisione della Regione di stanziare circa 600mila euro a favore dei piccoli esercizi di vicinato che si occupano di commercio al dettaglio di generi alimentari e di beni di prima necessità. La misura è stata pensata per rallentare la desertificazione commerciale, un fenomeno diffuso in molti centri storici italiani.

Per saperne di più leggi l'approfondimento su commercio e città post Covid

La Regione Valle d'Aosta ha quindi deciso di erogare contributi a fondo perduto di 3mila e 400 euro per le attività esistenti e poco più di 8mila euro per le attività aperte nel 2021. Questi aiuti verranno stanziati anche nel 2022 e nel 2023.

“Si tratta - ha proseguito Dominidiato - di un provvedimento di notevole lungimiranza politica anche se al momento le risorse stanziate non rispondono appieno alle reali esigenze delle attività commerciali di vicinato e ristorazione soprattutto nei nostri piccoli paesi di montagna che sono vere dighe contro la desertificazione. È indubbio che il commercio e la ristorazione sono comparti che più di altri hanno pagato per la crisi causata dalla pandemia. Il provvedimento della Giunta fornisce nuovo ossigeno anche alle attività dei borghi periferici”.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca