Confida porta lo "Smartbreakfast" a Milano Food City

L'Associazione della distribuzione automatica aderisce all'iniziativa di Confcommercio Milano e dal 7 al 13 maggio nel cortile di Palazzo Bovara offrirà la colazione ai milanesi attraverso distributori "smart" di ultimissima generazione. La "sfida" culinaria tra Sala, Fontana e Sangalli ha aperto la seconda edizione di Milano Food City.

Confida,  l'Associazione Italiana Distribuzione Automatica aderisce per il secondo anno al progetto dell'Unione Confcommercio Milano Lodi Monza Brianza nel contesto di Milano Food City, la settimana del food di Milano che si terrà dal 7 al 13 maggio. Confida installerà, all'interno del cortile di Palazzo Bovara, due smart vending machine, distributori automatici di ultimissima generazione che ogni giorno dalle 9.30 alle 19.30 offriranno gratuitamente caffè e cappuccini ai visitatori, anche da asporto grazie alle comodissime cup to go. Si tratta del nuovo concetto di "SmartBreakfast" in cui la tecnologia tutta italiana delle vending machine e la qualità dei migliori caffè italiani si sposano per offrire una colazione o una pausa caffè su misura dei gusti del consumatore. L'iniziativa di Confida si inserisce nella cornice di eventi – seminari, dimostrazioni, degustazioni e laboratori – denominata Coffee & the City e organizzata da Confcommercio Milano insieme ad Altoga - Associazione Torrefattori e Importatori di Caffè e Grossisti Alimentari. "Le smart vending machine sono distributori automatici 4.0 - spiega il presidente di Confida Massimo Trapletti – che consentono l'erogazione di prodotti ‘su misura' sulla base dei propri gusti e sono dotate di schermi touch che rendono più semplice e immediata la scelta della consumazione. Hanno inoltre sistemi di telemetria che permettono di controllare da remoto la macchina al fine di verificarne l'assortimento e il corretto funzionamento, oltre a sistemi di pagamento innovativi come ad esempio quelli che permettono il pagamento tramite smartphone. Tutte queste nuove tecnologie offrono sicuramente un miglior servizio al consumatore". Proprio le nuove frontiere della distribuzione automatica saranno al centro del workshop Il vending e l'esperienza d'acquisto del consumatore (il 10 maggio alle 17 al Centro Congressi di Confcommercio Milano – sala Turismo), durante il quale Emanuele Frontoni, professore associato dell'Università Politecnica delle Marche, presenterà i risultati del primo esperimento di Shopper Analytics condotto sul settore. Parteciperanno al dibattito: Marco Barbieri, Segretario Generale Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza, Remo Ottolina, Presidente ALTOGA, Massimo Trapletti, Presidente Confida, Pio Lunel, Presidente Gruppo Imprese di Gestione Confida, Gabriele Primavera, Direttore Commerciale Canale Out of Home Ferrero, Davide Celin, Responsabile Vendite Canale OCS Vending Italia Luigi Lavazza e Stefano Piccinini, Presidente Gruppo Prodotti Confida. L'iniziativa di Confida costituisce una preview di Venditalia 2018, il più importante evento internazionale per il settore che andrà in scena a fieramilanocity dal 6 al 9 giugno prossimi. Alla manifestazione – organizzata con cadenza biennale da Venditalia Servizi e promossa da Confida Automatica – parteciperanno 268 espositori provenienti da 20 Paesi a rappresentare tutti i segmenti del settore: fabbricanti di vending machine, produttori di beni destinati al consumo.

 

La "sfida" culinaria  tra Sala, Fontana e Sangalli ha aperto la seconda edizione di Milano Food City

Con l'inaugurazione conviviale a Palazzo Bovara, un food talent per valorizzare la lotta allo spreco, si è aperta "Milano Food City", la rassegna organizzata da Confcommercio Milano con il supporto dell'Associazione Professionale Cuochi Italiani.  "Il food – ha ricordato Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio Milano -  è un'altra eccellenza della nostra città in continua crescita, con 18mila imprese, solo nel settore della ristorazione, che producono un fatturato di circa 2 miliardi e mezzo, e rendono Milano più attrattiva.  Ma food significa anche solidarietà. Come Confcommercio, in collaborazione con altre istituzioni, siamo impegnati in progetti che si occupano di sostenere persone e famiglie in difficoltà persino nella spesa alimentare. E' il caso di Solidando ed Emporio, due supermercati che mettono a disposizione di chi non ce la fa i prodotti donati dalle nostre imprese. Passi in avanti sono stati fatti anche nella lotta allo spreco dove si recuperano le eccedenze della catena agroalimentare. Ma sono importanti anche piccoli gesti come quello di portare a casa il cibo non consumato nei ristoranti. Recentemente abbiamo lanciato le ‘foody bag', molto diffuse all'estero, ma solo la minoranza dei consumatori, per quanto in aumento, le chiede regolarmente".  Ai protagonisti del food talent è stata consegnata una "mistery box" con ingredienti segreti, con cui preparare pietanze della tradizione con un occhio alla creatività e uno alla lotta allo spreco alimentare. Una sfida culinaria per vedere insieme anche alcuni tra i maggiori interpreti italiani della cucina: Andrea Aprea, Andrea Berton, Claudio Sadler (coordinati dagli chef Tommaso Arrigoni, Andrea Provenzani e Daniel Canzian). Sono stati loro, infatti, a guidare le squadre nella realizzazione dei piatti e a mettere all'opera tutti i partecipanti nella realizzazione della pietanza più gustosa ed equilibrata. Ha presentato l'evento Camila Raznovich. A giudicare i piatti e decretare il vincitore, con più ingredienti e meno sprechi, una giuria composta dal presidente Carlo Cracco, Sergio Mei, il pasticcere Alessandro Servida, l'assessore Cristina Tajani e il direttore di Caritas Ambrosiana Luciano Gualzetti. Vittoria alla vellutata di fave e piselli della squadra  del presidente di Confcommercio e della Camera di Commercio di Milano, Carlo Sangalli.

 

04 maggio 2018