Brennero, Uggè a Kompascher: “bene il dialogo, ma si parta dal principio di libera circolazione” - Asset Display Page

Brennero, Uggè a Kompascher: “bene il dialogo, ma si parta dal principio di libera circolazione”

DateFormat

28 febbraio 2020

“Brennero: non si può richiamare una direttiva comunitaria e dimenticarsi che esiste un trattato basato su principi chiari, come quello della libera circolazione delle merci”. È la risposta del vicepresidente di Confcommercio-Conftrasporto, Paolo Uggè, alle dichiarazioni del presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher.

Dopo aver sottolineato l’importanza del confronto in atto tra la ministra alle Infrastrutture Paola De Micheli e la commissaria europea ai Trasporti Adina Valean, e la necessità di trovare una volontà comune per risolvere il problema, Uggè torna sull’inopportunità dell’Austria di proseguire con la politica dei divieti.

“Non è ammissibile - puntualizza il vicepresidente di Conftrasporto- che si prosegua con gli ostacoli alla circolazione dei mezzi pesanti a prescindere, sicuramente non prima di aver approfondito con le parti interessate la questione . Come si debba comportare il governo italiano lo sa bene e gli impegni assunti saranno mantenuti, purché da tutti”.

“Kompatscher parla della circonvallazione che condurrà al tunnel del Brennero e che alcuni stanno osteggiando. Credo - ricorda Uggè - che le contestazioni alla viabilità di accesso al traforo, però, vengano da qualche altro Paese, non certo dall’Italia”.

“La salute dei cittadini e il rispetto dell'ambiente sono valori che appartengono anche al governo e agli operatori italiani. Infatti proprio in quella direzione ci si muove. Non è necessario ricordarlo, sopratutto se chi lo fa consente ai veicoli con origine e destinazione Austria di transitare lungo il valico, anche a motorizzazione inferiori agli Euro6. Le intese sono possibili e da ricercare, ma occorre iniziare dal rispetto dei principi indisponibili presenti nei trattati: da lì si deve partire con umiltà e senza dare la sensazione di voler decidere in casa d'altri, se si vuole dare un segnale di buona volontà”, conclude il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca