Dal 1 maggio niente più green pass in hotel e ristoranti

Dal 1 maggio niente più green pass in hotel e ristoranti

Addio al certificato verde per dormire in albergo, mangiare fuori, vedere uno spettacolo a teatro o per andare in palestra. Fino al 31 maggio l'obbligo rimane per le visite in ospedale.

DateFormat

13 maggio 2022

Dal primo maggio 2022 sono cambiate le regole anti-Covid. Ecco una guida aggiornata sulle nuove disposizioni del governo per contenere la pandemia. Rispetto al decreto legge n. 5 del 4 febbraio 2022 possiamo mettere da parte la certificazione verde, mentre le mascherine rimarranno ancora un po' a farci compagnia. Vediamo nel dettaglio tutte le nuove disposizioni.

GREEN PASS - non sarà più necessario esibire il green pass per alloggiare in hotel, andare al ristorante, a teatro, nei musei, o per entrare in luoghi come palestre, centri estetici, parrucchieri, spa. Fino al 31 maggio rimane, però, l'obbligo di esibire il green pass base per chi entra nel territorio italiano, per salire su aerei, treni e altro. Non sarà, invece, più necessario compilare il modulo Passenger locator from. La Certificazione rimarrà però obbligatoria, fino al 31 dicembre 2022, per entrare negli ospedali.

ADDIO ALLA MASCHERINA - cade l'obbligo di indossare la mascherina per andare a mangiare fuori o prendere un caffè, anche al bancone. Si potrà quindi entrare liberamente in ristoranti, bar, locali, enoteche, pub, dove si poteva stare senza solamente al tavolo per la durata della consumazione. Lo stesso vale anche per i supermercati: si potrà fare la spesa e andare alla cassa senza bisogno di mascherine.

LUOGHI DI LAVORO - è raccomandato indossare la mascherina in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico. Nella aziende private fino al 30 giugno prossimo rimane attivo il Protocollo sulle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19, sottoscritto il 6 aprile 2021 dal governo e dalle parti sociali. "Al termine di questo periodo - ha commentato Donatella Prampolini, vicepresidente di Confcommercio con incarico al lavoro e alla bilaterialità - fatte le dovute verifiche sul piano dei contagi, sarà opportuno il ritorno a comportamenti improntati alle consuete prescrizioni già previste dalle leggi in materia di sicurezza sul lavoro". Per quanto riguarda il settore pubblico il ministro per la PA Renato Brunetta ha spiegato in una circolare tutte le situazioni e i luoghi in cui è consigliato indossare la mascherina Ffp2 (testo integrale al seguente link Pdf).

MEZZI DI TRASPORTO - fino al 15 giugno prossimo sarà obbligatorio indossare la mascherina Ffp2 per salire su tutti i mezzi del trasporto pubblico locale. Lo stesso vale per i mezzi a lunga percorrenza come aerei, treni, pullman, traghetti, aliscafi. Non è più necessaria per gli impianti di risalita come funivie e simili.

CINEMA, TEATRI E CONCERTI - per gli spettacoli al chiuso rimane l'obbligo della Ffp2 fino al 15 giugno prossimo. Secondo quindi l'ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, bisognerà indossare la mascherina dentro sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo, competizioni sportive che si svolgono in luoghi chiusi (per il testo completo vedi il seguente link pdf). Per gli spettacoli all'aperto e negli stadi invece si potrà togliere, ma bisogna comunque portarla con sé per metterla in caso di assembramenti.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca