Dismamusica insieme ad Emia per la tutela dello strumento musicale - Asset Display Page

Dismamusica insieme ad Emia per la tutela dello strumento musicale

Nasce la “European Musical Instruments Alliance” (EMIA), una nuova coalizione delle associazioni del settore della musica di cui fa parte l'associazione italiana aderente a Confcommercio: Dismamusica.

DateFormat

18 novembre 2020

Il gruppo Emia ha rivolto nei giorni scorsi un appello al Parlamento Europeo: “Per la tutela dello strumento musicale come sussidio didattico e bene culturale di primaria importanza per il futuro dell'identità del continente Europeo”. Sono state avanzate numerose proposte, come ad esempio alcuni cambiamenti normativi a costo zero per trasformare lo strumento musicale in un vero e proprio bene culturale o aiutare il settore economicamente nel medio e lungo termine.

Le vendite del settore risultano particolarmente allarmanti: in Italia, tra il 2019 e il 2018, il numero dei negozi specializzati è diminuito del 26%, come nel BeNeLux, in Germania invece si registrauna calo del 30%, stessa riduzione anche in Spagna, mentre la Francia si attesta a -28% e l'Austria a -20%.

La richieste dell'Ema è principalmente quella di intervenire su un piano normativo in materia di disciplina e restrizioni della concorrenza. Gli interventi principali della richiesta sono:

  • un'autorizzazione dei prezzi fissi per gli strumenti musicali, analogo a quello adottato per i libri;
  • un'esenzione per gli strumenti musicali, aventi la qualifica di beni culturali, in sede di revisione del Regolamento VBER sugli accordi verticali facendo valere l'articolo 87 III d) del trattato CE che prevede una deroga a favore degli aiuti volti a promuovere la cultura e  i beni culturali;
  • l'introduzione di una norma che imponga nelle pubblicità e nelle promozioni, l'indicazione del prezzo minimo a cui il rivenditore sia contrattualmente tenuto per tutelare l'identità e il valore dei prodotti, dei diritti del produttore e/o licenziatario, della competitività di tutti i canali di vendita e dei margini del venditore e del distributore.

“Lo strumento musicale -sostiene il presidente di Dismamusica, Antonio Monzino- è un prodotto culturale che svolge una funzione insostituibile nell'educazione della persona, nell’economia dell’Industria Musicale e nel garantire, con l’uso amatoriale, una migliore qualità della vita. Gli interventi legislativi richiesti da EMIA sono di grande importanza e potranno influire in misura determinante sull’esistenza stessa del settore”.

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca