Fioroni: "per i professionisti fondamentale l’intervento di sostegno al reddito" - Asset Display Page

Fioroni: "per i professionisti fondamentale l’intervento di sostegno al reddito"

DateFormat

9 aprile 2020

L’attuale emergenza sanitaria COVID-19 colpisce direttamente i professionisti che subiscono gli effetti negativi dei provvedimenti restrittivi ed in generale del calo o fermo di domanda a seconda dei settori. Alcuni dei nostri associati ci riferiscono che stanno continuando a lavorare da casa o da remoto, ma anche in questo caso il fatturato sta avendo una forte compressione perché stanno mancando opportunità di lavoro per varie cause. Per molti professionisti si assiste inoltre, ad un vero e proprio fermo totale dell’attività.

Per questo, l’intervento di sostegno al reddito è fondamentale, in quanto offre una risposta nella fase di emergenza a tanti professionisti che vedono diminuire gli incassi e devono sostenere costi che comunque rimangono ed essere pronti per riprendere l’attività appena possibile.

Bene che si preveda quindi di alzare con il Decreto di aprile l’indennità prevista. Confcommercio Professioni ha chiesto un adeguamento sin da quando è stata introdotta all’inizio per le sole zone rosse.

Ci preoccupiamo anche di mettere in evidenza che non tutte le attività professionali riprenderanno allo stesso tempo e ci sarà difficoltà per tornare alla normalità, ad esempio, per i professionisti che lavorano nel settore turistico - con particolare riferimento alle guide ed accompagnatori turistici - e nel settore del wellness e dell’attività motoria. 

Si può già intuire che per le professioni del turismo, l’indennità dovrà essere riconosciuta non solo per il mese di aprile ma per tutto il tempo in cui si subiranno gli effetti della crisi in atto. Ci auguriamo inoltre che le modalità di corresponsione dell'indennità da parte dell’Inps permettano quanto prima una facile ed immediata fruizione delle somme erogate!

I professionisti, inoltre, non hanno certezza di fatturato per i mesi successivi all’emergenza e per questo è necessaria la sospensione di tutti gli adempimenti fiscali e versamenti di contributi, tributi e tasse che deve andare oltre la semplice durata di provvedimenti restrittivi.

Abbiamo messo in evidenza che è necessario almeno un periodo biennale di dilazione delle somme dovute con riferimento ai tributi e contributi oggetto di sospensione e una consistente riduzione delle rate di acconto innanzitutto dell’IRPEF,  e delle relative addizionali.

A questo proposito, vorremmo sottolineare che anche la previsione di un tetto di reddito degli anni precedenti per l’indennità o la sospensione dei versamenti, non darebbe risposte adeguate all’emergenza, perché anche chi in passato ha avuto redditi più alti dell’ipotetico tetto, potrebbe trovarsi in difficoltà per effetto del drastico abbattimento di fatturato in questi e nei prossimi mesi.

Allo stesso modo, ci sembra importante precisare che prevedere la sospensione dei tributi o contributi prendendo come parametro il livello dei fatturati o redditi conseguiti in questi mesi del 2020 rispetto al 2019 significa non tenere conto che la crisi avrà soprattutto manifestazione futura. Ora c’è bisogno immediato di liquidità. Solo ad esempio, nei settori della progettazione grafica e del design o dell’internazionalizzazione, sono state cancellate o rinviate numerose fiere; c'è chi ha sostenuto spese per avviare progetti per i quali non verrà mai pagato; si devono, comunque, sostenere costi fissi (spese condominiali, utenze varie ecc.).

Vogliamo anche dire che se si volesse le esigenze di liquidità potrebbero per molti trovare intanto risposte in tutti i casi in cui la PA ha arretrati da pagare?

E per chiudere un’ultima considerazione: i finanziamenti devono essere erogati senza burocrazia e comunque non possono essere l’unica soluzione per dare liquidità, perché prima di indebitarsi occorre avere un minimo di prospettiva di future commesse.

Queste brevi riflessioni saranno seguite da altre, via via che ci confronteremo con i nostri associati e aggiungeremo tutte quelle delle associazioni aderenti a Confcommercio Professioni, di cui ospiteremo le testimonianze per i settori di riferimento.


Anna Rita Fioroni
Presidente
Confcommercio Professioni

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca