Fondo Est “in campo” per oltre un milione di lavoratori - Asset Display Page

Fondo Est “in campo” per oltre un milione di lavoratori

DateFormat

22 aprile 2020

L’emergenza sanitaria in corso richiede un collettivo atto di responsabilità per tutelare la salute pubblica e al contempo assistere lavoratori e aziende in difficoltà. Per questo, Fondo Est, ente di assistenza sanitaria integrativa del commercio, del turismo, dei servizi e dei settori affini, risponde all’appello delle parti sociali (Confcommercio, Fipe, Fiavet, FederDistribuzione e i sindacati dei lavoratori Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil) mettendo in campo misure concrete a tutela dei dipendenti iscritti e delle aziende aderenti.

I numeri, infatti, parlano chiaro: Fondo Est attualmente fornisce trattamenti di assistenza sanitaria integrativa a oltre 1 milione e 800 mila lavoratori, di cui, secondo le stime, il 62% è oggi a rischio cassa integrazione, con particolare riferimento ai dipendenti del terziario (nella componente dei servizi e delle attività commerciali ritenute non essenziali), pubblici esercizi, turismo, autoscuole e impianti sportivi.

Il Fondo ha quindi deciso di restare al fianco di più di 1 milione di persone che, in una situazione già drammatica, perderebbero il diritto a un importante strumento di welfare, continuando a garantire la copertura di tutte le prestazioni di assistenza sanitaria integrativa, anche nel caso di ricorso ad ammortizzatori sociali per l’emergenza Covid-19. Una misura ancor più significativa vista la distribuzione territoriale degli iscritti a Fondo Est, concentrati in zone ad alto impatto del virus: il 28% sono in Lombardia, il 12% in Veneto, il 10,3% in Emilia Romagna e il 9% in Piemonte.

«L’emergenza chiama, Fondo Est risponde. Queste parole descrivono appieno il percorso che abbiamo deciso di intraprendere – spiega Enrico Postacchini, Presidente di Fondo Est – come sempre fedeli alla nostra mission di restare vicini ai nostri iscritti, ancor di più in questo momento, fornendo un supporto concreto alle persone e alle aziende colpite, direttamente o indirettamente, dall’emergenza epidemiologica del Coronavirus»

«Siamo orgogliosi di accogliere l’appello delle parti sociali – sottolinea Pierangelo Raineri, Vicepresidente di Fondo Est - mettendo in campo misure straordinarie in linea con l’emergenza che stiamo vivendo, e che ci impone di fare tutto il possibile per non lasciare sole le categorie più vulnerabili».

Per questo Fondo Est ha predisposto anche un apposito Pacchetto Emergenza Covid-19 per tutti i contagiati dal virus, garantendo un’indennità giornaliera per ricovero, una diaria da isolamento domiciliare e un contributo per le prestazioni sanitarie relative alla riabilitazione respiratoria. Tra le altre misure è previsto il supporto alle aziende in caso di ritardato pagamento della contribuzione, la proroga della presentazione delle richieste di rimborso delle prestazioni e procedure per agevolare l’assistenza medica, diagnostica ed infermieristica in via domiciliare.

Per tutte le informazioni sulle misure straordinarie previste da Fondo Est per il contrasto al Coronavirus è a disposizione il sito internet www.fondoest.it.

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca