Emergenza Coronavirus: il governo prepara la "stretta"

Emergenza Coronavirus: il governo prepara la "stretta"

Oltre al prolungamento delle misure straordinarie anti-Covid fino al 31 gennaio anche la richiesta di un passo indietro alle Regioni sulle presenze nei palasport. Probabile il ricorso all'Esercito per i controlli.

DateFormat

6 ottobre 2020

Il ministro della Salute Roberto Speranza riferirà oggi alle Camere sul nuovo dpcm anti-Covid e sulla proroga dello stato di emergenza, poi in Consiglio dei ministri verranno adottati i relativi provvedimenti. La proposta del governo alle Camere è prorogare lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021 e introdurre l'obbligo di mascherine in tutta Italia.

Per rendere effettiva la proroga serve una delibera in Consiglio dei ministri ma anche un decreto che disegni la cornice normativa, dal momento che le norme del precedente decreto Covid sono valide fino al 15 ottobre: un Cdm ad hoc potrebbe essere convocato martedì stesso o mercoledì. Quanto al dpcm con le specifiche misure anti contagio, il provvedimento sarà firmato dal presidente del Consiglio subito dopo il confronto con il Parlamento, probabilmente la sera di martedì 6 ottobre, dal momento che il precedente dpcm scade il 7.

Alcune delle misure previste riguarderanno le feste private che saranno ridotte a pochi partecipanti, battesimi e matrimoni a numero chiuso, verifiche costanti nelle zone della movida, con possibili chiusure anticipate dei locali. "L'esecutivo è al lavoro per evitare un nuovo lockdown che non dobbiamo permetterci", spiega il ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale chiude alla possibilità di aumentare la soglia massima di mille tifosi allo stadio per le partite di serie A e, di fronte al moltiplicarsi di contagi tra i banchi, assicura: "Vogliamo tenere le scuole aperte nonostante ci saranno ulteriori contagi".


 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca