DAL GOVERNO IN ARRIVO UN DECRETO PER SOSTENERE IMPRESE E TERRITORI - Asset Display Page

DAL GOVERNO IN ARRIVO UN DECRETO PER SOSTENERE IMPRESE E TERRITORI

DateFormat

28 febbraio 2020

Un lavoro incessante firmato dal tandem Mef-Mise per arrivare, presumibilmente entro il weekend, ad un decreto unico con le misure economiche anti-coronavirus. Dopo i primi provvedimenti arrivati in settimana, il governo sta infatti limando in queste ore un consistente testo d'emergenza per il sostegno agli undici Comuni delle zone rosse. Si tratta di un documento omogeneo, dove confluiranno interventi provenienti da via XX Settembre e via Molise. Domani ci sarà a Palazzo Chigi una nuova riunione tecnica per definire il tutto, con il dl che dovrebbe essere varato da un Cdm atteso (ma ancora non ufficiale) per la giornata di sabato. Ma arriverà anche un secondo intervento più generale per i settori colpiti, come confermato in più sedi dal titolare dei conti pubblici italiani. "Serve un pacchetto di misure aggiuntive" per fronteggiare l'emergenza", ha spiegato il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, a Radio 24. "Su questo stiamo lavorando pancia a terra", ha aggiunto spiegando che per ora "è impossibile fare stime precise".Ma quindi cosa conterrà il decreto economico, chiesto con forza da imprese e opposizioni? In primis la sospensione dei pagamenti dei premi assicurativi e lo stop ai versamenti di bollette elettriche, idriche e gas per le aziende situate nei Comuni colpiti. E ancora la sospensione delle rate dei mutui bancari per imprese e famiglie, almeno fino al 31 marzo. Inoltre è previsto il rafforzamento dell’intervento del Fondo di garanzia per le Pmi, potenziando il sistema e portandolo a 750 milioni di euro. Verrà data la priorità automatica di accesso alle imprese site all’interno della zona rossa, riconoscendo il massimo della garanzia concedibile (80%) e prevedendo la gratuità degli oneri della pratica. "Con il ministero dell’Economia e delle Finanze si stanno valutando le indennità per danno diretto e indiretto, che attueremo con un secondo pacchetto più ampio assieme ad altre misure", ha confermato sui social il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Un messaggio forte al mondo imprenditoriale italiano, dopo che Confcommercio aveva parlato di un impatto "di 5-7 miliardi" sulla nostra economia se la crisi del coronavirus dovesse protrarsi oltre giugno. In attesa delle misure ufficiali per rilanciare soprattutto il mondo del turismo, anche Cdp tende la mano. Attraverso la 'Piattaforma Imprese', Cassa depositi e prestiti prevede di erogare a favore di Pmi e Mid-cap fino a 1 miliardo di euro - a tassi calmierati - da veicolare tramite il sistema bancario. E saranno differite le rate del 2020 per i mutui di nove enti locali - 8 in Lombardia e 1 in Veneto - con una popolazione complessiva di oltre 50mila abitanti. Queste rate potranno essere corrisposte in un periodo di 10 anni, a partire dal 2021

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca