In Alto Adige "aperture festive non abolite, ma regolamentate"

Via libera della giunta esecutiva dell'Unione commercio turismo servizi alla proposta definitiva per la regolamentazione delle aperture domenicali e festive nel commercio al dettaglio in provincia di Bolzano.

La giunta esecutiva dell'Unione commercio turismo servizi Alto Adige ha dato il via libera alla proposta definitiva con la quale si dovrebbe tornare a regolamentare le aperture domenicali e festive nel commercio al dettaglio in provincia di Bolzano. Nelle scorse settimane la proposta per una corrispondente legge provinciale era stata discussa e ottimizzata nei singoli direttivi mandamentali dell'Unione. "Una cosa deve essere chiara: non vogliamo abolire le aperture domenicali e festive dei negozi, ma regolamentarle con una soluzione su misura delle specifiche esigenze e caratteristiche dell'Alto Adige", afferma con decisione il presidente dell'Unione Philipp Moser. La domenica, come del resto prevedono i nostri valori e la nostra tradizione, è da sempre il giorno di riposo durante il quale trovare lo spazio per gli interessi personali, la società e la famiglia. Il presidente dell'Unione aggiunge come per l'associazione non sia stato facile trovare un consenso unanime che rispettasse le molte esigenze delle aziende commerciali e tutelasse la varietà del commercio. "Si è discusso e dibattuto molto. Alla fine, però, siamo riusciti a trovare una soluzione condivisa da tutti", ricorda soddisfatto Moser.

27 settembre 2018