In Alto Adige una Giornata del Commercio all'insegna della comunicazione

Motto dell'evento è stato "Dal selling allo storytelling – La comunicazione con i clienti 4.0". Premiate 17 aziende del settore commercio e servizi. Il presidente dell'Unione Philipp Moser: "L'Alto Adige ha bisogno di centri urbani vivi, vitali e attrattivi".

In occasione della "Giornata del commercio" che si è tenuta l' 8 novembre scorso presso il Four Points by Sheraton a Bolzano, i commercianti al dettaglio dell'Alto Adige hanno potuto ricevere utili suggerimenti su come comunicare efficacemente con i propri clienti. Il tradizionale evento dell'Unione commercio turismo servizi Alto Adige si è tenuto infatti quest'anno all'insegna del motto "Dal selling allo storytelling – La comunicazione con i clienti 4.0". Nell'occasione, relatori locali e internazionali hanno presentato i metodi della comunicazione con i clienti e lo strumento dello storytelling anche sulla base di diversi best practice in Alto Adige. La relazione principale è stata tenuta da Maren Martschenko, imprenditrice e psicologa delle organizzazioni nonché titolare dell'azienda di consulenza aziendale Martschenko Markenberatung a Monaco. È anche una relatrice assai richiesta e blogger nonché ideatrice della cosiddetta "Strategia dell'espresso" per imprese individuali e piccole aziende. Il suo entusiasmo per il buon marketing la accompagna dai giorni della scuola materna. "Quello che mi piace di più delle aziende piccole e a conduzione familiare - e il motivo per cui esse, e non le grandi realtà, sono i miei clienti di gran lunga preferiti - è il fatto che dietro a ciascuna di esse c'è la storia di un uomo impegnato a rendere migliore il mondo in un determinato ambito. I titolari - ha spiegato Martschenko - sono altamente motivati, e tutti quanti esperti nel proprio campo. È una cosa rara da trovare nelle grandi aziende, dove di rado c'è un volto a creare fiducia. Tanto è vero che si nascondono dietro frasi vuote o testimonial famosi. "Le piccole aziende a conduzione familiare – ha continuato la relatrice - dispongono invece di una grande riserva di storie credibili, interessanti e che suscitano emozioni e non hanno bisogno di inventare nulla o di rivolgersi ad agenzie che inventino slogan noiosi". Al termine sono stati presentati tre best practice dall'Alto Adige: Markus Stocker (Jack & King Store a Silandro), Thomas Kohl (succhi di frutta Kohl) e Ulrich Wallnöfer (Pur Südtirol) hanno fornito una panoramica sui metodi adottati per ottenere una comunicazione di successo nelle rispettive aziende. L'evento è stato aperto dai saluti del presidente dell'Unione Philipp Moser e del vicepresidente Sandro Pellegrini. Nel suo intervento, Moser ha affrontato i temi delle aperture domenicali e festive nel commercio, il commercio al dettaglio nelle zone produttive e il nuovo finanziamento dell'Unione per le iniziative finalizzate alla vitalità dei centri urbani. "I nuovi insediamenti o ampliamenti commerciali sono sempre i benvenuti. Il commercio, tuttavia, deve potersi insediare e sviluppare nei centri abitati, e non al di fuori di essi. L'Alto Adige ha bisogno di centri vivi, vitali e attrattivi sia nelle aree urbane che nelle zone rurali. E il commercio, insieme alle altre attività rilevanti a livello locale, come la gastronomia, gli affitti privati, l'artigianato locale e i servizi, ne costituisce un elemento fondamentale", ha sottolineato il presidente dell'Unione. Pellegrini, invece, ha ribadito il ruolo delle aziende a conduzione familiare, nelle quali il fattore umano, sia nel ruolo di imprenditore che in quello di collaboratore, rimane decisivo.

La Giornata del commercio si è conclusa con la premiazione di 17 aziende altoatesine del commercio e dei servizi che hanno ricevuto un riconoscimento per la lunga e ininterrotta associazione all'Unione. Per 60 anni di iscrizione sono state premiate le seguenti aziende: panificio/pasticceria Häusler Sas di Vipiteno, Morandini Franco & S. Snc di Termeno, panificio F.lli Sellemond Snc di Velturno e panificio Gatterer Snc di Chienes. Per 50 anni di iscrizione: panificio Seppi Sas di Corvara, Prünster Franz Sas di San Leonardo in P., German Thurner di Lana, Demetz Maciaconi Srl di Selva Gardena, Sport Schmalzl Srl di Ortisei, Simon Hasler & Co. Snc di Chiusa, Cadsky W. Spa e fioreria Frei di Rosa Maria Frei in Costantini di Bolzano, Poli Maier Sas di Bressanone, panificio Volgger Sas di S. Giacomo/Vizze, Gasser Sas di Villa, panificio Brunner Sas di Ridanna/Masseria e Hofer Market Snc di Prati/Vizze. È stata inoltre presentata la vincitrice del Concorso professionale "Talento commerciale Alto Adige" che il 14 novembre prenderà parte al Concorso professionale internazionale Junior Sales Champion International di Salisburgo. Si tratta di Magdalena Niederwolfsgruber (Centro formazione professionale Brunico), apprendista di Caminata a Campo Tures presso l'azienda formatrice Despar Hopfgartner a Luttago.

09 novembre 2018