A maggio inflazione sotto zero, non era negativa dal 2016 - Asset Display Page

A maggio inflazione sotto zero, non era negativa dal 2016

Stime preliminari Istat: l'indice nazionale dei prezzi al consumo ha registrato una diminuzione dello 0,1% sia su base mensile sia su base annua. L'inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l'indice generale e a +0,7% per la componente di fondo.

DateFormat

29 maggio 2020

Nel mese di maggio l'inflazione in Italia torna negativa per la prima volta da ottobre 2016. Secondo le stime preliminari dell'Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo ha infatti registrato una diminuzione dello 0,1% sia su base mensile sia su base annua (la variazione tendenziale era nulla nel mese precedente). Nell'ottobre del 2016 la flessione dell'indice generale fu pari a -0,2%.

In decisa controtendenza i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona che accelerano lievemente la crescita da +2,5% a +2,6% mentre quelli dei prodotti ad alta frequenza d'acquisto registrano una variazione tendenziale nulla (da +0,8% di aprile). La flessione tendenziale dell'indice generale dei prezzi al consumo è imputabile prevalentemente alla dinamica dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati, che accentuano il loro calo (da -7,6% a -12,2%). Il calo dei prezzi dei carburanti (una delle componenti più volatili del paniere) spinge la diminuzione dei prezzi dei prodotti energetici a un'ampiezza (-12,7%) che non si registrava da luglio 2009 (quando si attestò a -14,6%).

La “inflazione di fondo", al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici registrano una lieve accelerazione rispettivamente da +0,8% a +0,9% e da +1% a +1,1%. Anche la flessione congiunturale dell'indice generale è dovuta per lo più alla diminuzione dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (-4,2%), solo in parte compensata dall'aumento dei prezzi dei prezzi dei Beni alimentari (+0,7%).

L'inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l'indice generale e a +0,7% per la componente di fondo. Secondo le stime preliminari, l'indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca) registra una diminuzione dello 0,2% sia su base mensile sia su base annua (da +0,1% del mese precedente).

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca