Calano consumi, potere d'acquisto e reddito delle famiglie - Asset Display Page

Calano consumi, potere d'acquisto e reddito delle famiglie

Dati Istat sul secondo trimestre del 2020. Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è diminuito del 5,8% rispetto al trimestre precedente, consumi in calo dell'11,5%. 

DateFormat

2 ottobre 2020

I dati trimestrali dell’Istat per aprile, maggio e giugno 2020 certificano con la forza dei numeri l’impatto dell’emergenza coronavirus sulle famiglie italiane che vedono calare reddito, potere d'acquisto e consumi mentre contestualmente è aumentata anche la propensione al risparmio. Percentuali alla mano, il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è diminuito del 5,8% rispetto al trimestre  precedente, mentre i consumi sono diminuiti dell'11,5%. Di  conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è stata pari al 18,6%, in aumento di 5,3 punti  rispetto al trimestre precedente. Il potere d'acquisto delle famiglie è diminuito rispetto al trimestre precedente del 5,6%.

 

Per quel che riguarda la pressione fiscale nel secondo trimestre di quest'anno è stata pari al 43,2%, in crescita di 1,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. E  questo, sottolinea l'Istat, "nonostante la marcata riduzione delle entrate fiscali e contributive".

Nel secondo trimestre 2020 l'indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato pari al 10,3%. L'incidenza del deficit delle Amministrazioni pubbliche sul Pil è "sensibilmente aumentata rispetto al secondo trimestre del 2019 per la decisa riduzione delle entrate legata alla contrazione dell'attività economica e per il consistente aumento delle uscite su cui hanno inciso le misure di sostegno introdotte per contenere gli effetti negativi dell'emergenza sanitaria ed economica".

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca