Argomenti: Articolo 

Lavoro: nel primo trimestre occupazione stabile

Nei primi tre mesi dell'anno il tasso di disoccupazione è tornato ad aumentare con una crescita mensile dello 0,1% portandosi all'11,1%. L'occupazione rimane sostanzialmente stabile rispetto al trimestre precedente.

Nei primi tre mesi dell'anno il tasso di disoccupazione, dopo la diminuzione dello scorso trimestre, è aumentato di 0,1 punti in termini congiunturali portandosi all'11,1%. Il tasso di inattività è sceso al 34,4% (-0,1 punti)  in tre mesi. Lo ha reso noto l'Istat. "Il tasso di disoccupazione - ha osservato l'Istat - presenta un lieve aumento rispetto al trimestre precedente e diminuisce in confronto a un anno prima, laddove quello di inattività mostra un moderato calo in entrambi i confronti". Nel confronto tendenziale, per il quarto trimestre consecutivo prosegue la diminuzione dei disoccupati (-135 mila in un anno, -4,3%) che interessa entrambi i generi e in circa nove casi su dieci riguarda i giovani 15-34enni. La riduzione degli inattivi di 15-64 anni (-87 mila, -0,6%) è dovuta esclusivamente alle donne ed è concentrata nel Mezzogiorno.Dal lato dell'offerta di lavoro, nel primo trimestre del 2018 l'occupazione rimane sostanzialmente stabile rispetto al trimestre precedente. Si è registrato un ulteriore aumento dei dipendenti a termine (+69 mila, +2,4%) e un corrispondente calo sia dei lavoratori a tempo indeterminato (-23 mila, -0,2%) sia degli indipendenti (-37 mila, -0,7%). Anche il tasso di occupazione resta sostanzialmente invariato, portandosi al 58,2 per cento. La dinamica tendenziale, cioe' rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, mostra una crescita di 147 mila occupati (+0,6% in un anno), circoscritta ai dipendenti a termine (+385 mila) a fronte del calo di quelli a tempo indeterminato e degli indipendenti. 

12 giugno 2018