Argomenti: Articolo 

Disagio sociale in leggero calo a novembre

Il Misery Index Confcommercio scende a quota 18,6, un decimo di punto in meno rispetto al mese precedente. La disoccupazione estesa cala a 13,6%, mentre i prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto aumentano dell'1,7%.

Nel novembre scorso il Misery Index Confcommercio si è attestato a 18,5 punti, un decimo di punto in meno rispetto al mese precedente. L'andamento del MIC dell'ultimo mese, rileva l'Ufficio Studi Confcommercio, "è sintesi di una stabilità dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto, e di una lieve diminuzione della disoccupazione estesa". La sostanziale stabilità dall'area del disagio sociale che si registra da giugno 2017 "si inserisce in un contesto in cui, pur permanendo una tendenza al consolidamento della ripresa, sono presenti elementi di discontinuità che portano a guardare con una certa cautela alle prospettive per il 2018. Dinamiche più contenute potrebbero limitare le possibilità di una significativa riduzione dell'area del disagio sociale, in considerazione delle difficoltà, già evidenziate nell'ultimo anno, di incidere in misura significativa sulla disoccupazione".  Sempre a novembre, i prezzi dei beni e dei servizi ad alta frequenza d'acquisto sono aumentati dell'1,7% su base annua, invariati rispetto ad ottobre. 

12 gennaio 2018