Ministero Interno: "Prevenzione e contromisure contro la criminalità" - Asset Display Page

Ministero Interno: "Prevenzione e contromisure contro la criminalità"

DateFormat

6 aprile 2020

Occorre "pianificare e adottare urgentemente, nell'ambito dei previsti dispositivi di controllo del territorio, flessibili e aggiornate iniziative di prevenzione e di visibilità utili a modulare, in relazione agli specifici contesti territoriali, adeguate contromisure idonee a fronteggiare i delineati scenari avvalendosi di tutti gli strumenti tecnologici disponibili (in sala operativa e sui veicoli)". E' quanto si legge nella circolare, firmata dal direttore della Direzione centrale Anticrimine del ministero dell'Interno Francesco Messina, e inviata ai questori con "le linee strategiche e operative" contro i rischi di infiltrazione della criminalità comune e organizzata nella fase economica post pandemia da coronavirus. Nella circolare si sottolinea la necessità di "valorizzare gli strumenti fruibili grazie al Protocollo quadro per la legalità e la sicurezza delle imprese (stipulato tra it Ministero dell'Interno, Confcommercio-Imprese per l'Italia e Confesercenti Nazionale in materia di video allarme antirapina)" e di "sfruttare al meglio l'architettura della videosorveglianza fissa, costituita dalle videocamere cittadine, e di quella mobile, grazie al sistema Mercurio". Tra le altre indicazioni, l'opportunità di "incentivare ulteriormente la tradizionale collaborazione con i cittadini" favorendo, ove possibile, "nuove modalità realizzative della cosiddetta 'polizia di prossimità'". Rilevante viene considerata anche l'iniziativa già avviata con "l'app Youpol, al fine di mantenere inalterato, nonostante le attuali restrizioni, il rapporto fiduciario costruito con la cittadinanza". Particolare attenzione dovrà essere posta all'evoluzione delle "criticità socio-economiche, individuare i settori particolarmente esposti o 'sensibili' alla infiltrazione criminale, nonché i risultati conseguiti nell'azione di contrasto". "Dovranno, a tale scopo, essere intensificati, in fase info-investigativa, i contatti diretti con le associazioni di categoria operanti sul territorio (Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato) al fine di potenziare it monitoraggio dei casi di default economico nonché individuare aree sensibili di intervento investigativo, con particolare riferimento all'impatto dell'emergenza sanitaria sulla situazione economica e finanziaria delle piccole e medie imprese", si legge ancora in un passaggio della circolare.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca