Osservatorio Confturismo-Istituto Piepoli: carnevale e montagna occasioni di viaggio

Roma, 5 febbraio 2018

 

L'indice di fiducia registra, a fine gennaio, una leggera diminuzione rispetto al mese di dicembre con un valore pari a 60 punti. La propensione al viaggiare rimane comunque sufficiente.

È bene ricordare che si tratta di un valore di "sentiment" e dunque l'incertezza che sempre si respira poco prima di una importante scadenza elettorale è probabilmente alla base di questo risultato.   

Gli indicatori economici rimangono tuttavia positivi e anche per tale motivo è possibile presupporre che il 2018 potrà essere un anno migliore rispetto al 2017 per il turismo.

Il saldo della fiducia circa la situazione economica nel prossimo semestre in Italia è positivo di tre punti percentuali, proseguendo un trend soddisfacente che si registra ormai da sei mesi.

Analizzando il breve periodo, il mese di febbraio si caratterizza per le Feste legate al Carnevale: quasi quattro italiani su dieci hanno intenzione di andare a vedere qualche sfilata, anche se, nel 60% dei casi, si tratterà di escursioni in giornata senza pernottare fuori casa. Le manifestazioni preferite sono il Carnevale di Venezia, quello di Viareggio e quello di Putignano.

Si evidenzia un maggior interesse per questo Carnevale 2018 fra le classi di età più giovane. L'inverno è stato caratterizzato da intense nevicate sulle Alpi e gli italiani ne hanno approfittato.

Tre  su dieci sono andati o andranno in montagna in questa stagione invernale. Anche in questo caso però è rilevante l'incidenza degli escursionisti, vale a dire di coloro andranno e torneranno in giornata, circa il 40%.

Le montagne del nostro Paese sono quelle preferite dagli intervistati, scelte da uno  su quattro, contro il cinque per cento di coloro che hanno optato per  le i montagne estere. Il Trentino Alto Adige, il Piemonte, la Valle d'Aosta e la Lombardia sono le destinazioni predilette in Italia: Francia, Austria e Svizzera quelle a livello europeo.

Se guardiamo alle mete turistiche complessive prese in considerazione per il prossimo trimestre, non solo quelle della montagna, la Toscana supera il Trentino Alto Adige al primo posto. Seguono Lombardia, Piemonte e Lazio. Si evidenzia invece a livello europeo l'ottima performance del Portogallo.

Nota metodologica

L'indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 16 e il 19 GENNAIO 2018 con metodologia CATI/CAWI su un campione di 1.000 casi rappresentativo della popolazione residente in Italia dai 18 ai 74 anni, segmentato per sesso, classe di età, Ampiezza Centri e GRG (Grandi Ripartizioni Geografiche).

 

05 febbraio 2018