La presidenza Carlo Sangalli - Asset Display Page

La presidenza Carlo Sangalli

Dal 2006 ad oggi

DateFormat

2 luglio 2015

 

16 marzo: Confcommercio  e  Facebook  annunciano la firma di un Protocollo d'Intesa per favorire lo sviluppo dell'innovazione e della cultura digitale tra le Pmi associate su tutto il territorio nazionale attraverso attività e programmi formativi congiunti.

27 marzo: si apre a Cernobbio la sedicesima edizione del Forum "I protagonisti del mercato e gli scenari per gli anni 2000" organizzato da Confcommercio, in collaborazione con Ambrosetti.
Tasse e spesa pubblica, crescita, turismo, scenario economico internazionale: questi i temi al centro del dibattito nella due giorni in riva al lago di Como. Insieme al presidente Sangalli partecipano, tra gli altri, i ministri Angelino Alfano, Maria Elena Boschi e Dario Franceschini; il sottosegretario Enrico Zanetti; l'Amministratore delegato di Expo 2015, Giuseppe Sala; il Presidente del Centro per gli Studi Politici Europei, Daniel Gros; l'Amministratore delegato di Alitalia, Silvano Cassano; l'Amministratore delegato del Fondo Strategico Italiano, Maurizio Tamagnini; il Presidente di Confturismo, Luca Patanè; i politici Guerini e Toti. Nel corso del suo intervento il presidente Sangalli sottolinea che "dopo sette difficilissimi anni, durante i quali ogni italiano ha perso mediamente 2.100 euro di consumi, ci sono tutti i presupposti per una ripresa che non sia solo statistica". E afferma la necessità che "ogni euro, ogni centesimo recuperato dalla lotta all'evasione e da una vera e profonda spending review, da oggi deve essere utilizzato per avviare finalmente un percorso certo e progressivo di riduzione della pressione fiscale che è e rimane il vero grande problema del Paese".

28 marzo: un'analisi di Confturismo-Confcommercio sul turismo internazionale e l'Italia, presentata nel corso del Forum Confcommercio di Cernobbio, evidenzia le difficoltà del nostro Paese di fare sistema. Siamo primi per arrivi, ma gli stranieri spendono poco (mancano all'appello 14 miliardi, pari a quasi 1 punto di Pil), stanno di meno e non vanno al Sud (solo 12 turisti su 100).

30 marzo: firmato da Confcommercio con  Filcams - Cgil,  Fisascat - Cisl e Uiltucs – Uil l'accordo per il rinnovo del contratto nazionale del terziario, della distribuzione e dei servizi che decorre dal prossimo 1 aprile. Applicato a circa tre milioni di lavoratori, viene rinnovato unitariamente dopo un anno di trattative.

11 aprile: in merito all'approvazione del DEF da parte del CdM Confcommercio sottolinea che "l'intenzione del Governo di non far scattare le clausole di salvaguardia nel 2016, eventualità che comporterebbe aumenti di tributi per oltre 70 miliardi di euro complessivi nel triennio, di cui 54 dovuti all'aumento delle aliquote Iva, va nella giusta direzione, quella da sempre indicata da Confcommercio".

23 aprile: siglato tra il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli,  e il presidente dell'Anci, Piero Fassino, un Protocollo di Intesa per la promozione della riqualificazione e della rigenerazione sociale ed economica delle aree urbane.

29 aprile: Confcommercio compie 70 anni. In questo ambito si svolge a Roma l'evento inaugurale del Settantennale nella sala del Tempio di Adriano trasformata per l'occasione nel contenitore di settanta anni di storia, esperienza, impegno, emozioni che hanno caratterizzato l'attività della Confederazione dal 29 aprile del 1945, giorno della sua fondazione, ad oggi. Insieme al presidente Sangalli partecipano esponenti del mondo della politica, delle istituzioni, dell'economia e del sistema confederale. Presenti, tra gli altri, il ministro Franceschini e il sottosegretario Vicari. "Sentiamo la responsabilità – afferma Sangalli - di fare il nostro lavoro seriamente, dimostrando che i corpi intermedi - quelli che sono vivi e che funzionano - non sono la zavorra di questo Paese. Questo compleanno - sottolinea il presidente di Confcommercio - è una sfida. La sfida cioè, e l' impegno, di giocare in attacco i prossimi anni per  aiutare le nostre imprese ad essere sempre un passo avanti".

29 aprile: in occasione dei 70 anni di Confcommercio una delegazione della Confederazione, guidata dal presidente Sangalli, viene ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

18 maggio: parte il Roadshow itinerante sul territorio nazionale promosso e organizzato da Confcommercio e da Facebook per favorire l'utilizzazione dei social network come leva di sviluppo di nuove opportunità di business per le imprese del terziario di mercato.

19 maggio: nel corso della riunione della Giunta Confederale il presidente Sangalli indica alla vicepresidenza di Confcommercio Renato Borghi, Maria Luisa Coppa, Graziano Fiorelli, Sergio Rebecca, Lino Stoppani e Paolo Uggè. Formalizzati dal presidente Sangalli anche 14 incarichi.

22 maggio: Confcommercio esprime soddisfazione per la mancata autorizzazione da parte della Commissione Europea all'Italia dell'introduzione del "reverse charge" nei rapporti tra gdo alimentare e i propri fornitori.

27 maggio: si svolge il convegno di Confcommercio sui trasporti "L'Italia disconnessa" con la partecipazione, tra gli altri, del Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, del Vice Presidente di Confcommercio, Paolo Uggè, e del Capo Gruppo Commissione Lavori pubblici al Senato, Forza Italia, Vincenzo Gibiino. Al centro dell'incontro lo stato di salute del trasporto merci in Italia, della filiera logistica e dei sistemi di trasporto del nostro Paese, le "disconnessioni" che limitano la funzionalità del sistema dei trasporti e della mobilità, penalizzando l'accessibilità dei territori e la capacità di competere. "Nelle nostre grandi e medie aree urbane – sottolinea il presidente Sangalli - il costo della congestione è stimato nell' ordine degli 11 miliardi. Una riduzione del 10% nei tempi e nei costi medi del trasporto determinerebbe un aumento di 7 decimi di punto di Pil". Presentata un'analisi dell'Ufficio studi di Confcommercio da cui emerge che il 97% della caduta occupazionale nel trasporto merci tra il 2008 e il 2012 è perdita di posti di lavoro nel settore dell'autotrasporto (27.000 unità su un totale di 27.900) che continua a perdere quote di mercato minato dalla concorrenza delle imprese di trasporto dei paesi dell' Europa dell' Est. Lanciate dal vice presidente Uggè le 5 proposte di Confcommercio per connettere l'Italia tra cui quella di "aprire di notte l'Alta Velocità al trasporto delle merci tramite la realizzazione della 'metropolitana italiana delle merci' sulla direttrice Nord-Sud del Paese".

4 giugno: Luca Patanè è confermato, per acclamazione, dal Consiglio Generale di  Confturismo-Confcommercio alla presidenza di Confturismo per il quinquennio 2015-2020.

8 giugno: si svolge l'Assemblea Generale di Confcommercio all'Auditorium Centro Congressi Stella Polare a Rho-Milano. Circa 4.000 i delegati presenti in rappresentanza delle associazioni provinciali, delle  unioni regionali e delle organizzazioni nazionali di categoria aderenti alla Confederazione, oltre a rappresentanti delle istituzioni, del governo, della politica e del mondo delle imprese. Nel parterre, tra gli altri, il vice ministro Luigi Casero; Renato Schifani (capogruppo AP Senato); Maurizio Lupi (capogruppo AP Camera); Corrado Passera (Italia Unica); Annamaria Furlan (Cisl); Antonio Patuelli (Abi); Giorgio Squinzi (Confindustria); Fedele Confalonieri (Mediaset). In apertura dei lavori i saluti istituzionali sia del Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia che del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, e l'intervento del Commissario Unico Expo 2015, Giuseppe Sala. Nel corso della sua relazione il presidente Sangalli afferma che "oggi finalmente siamo davanti ai primi segnali di ripresa. Una ripresa effettiva, seppure timida. Al di là delle statistiche, molte famiglie e imprese fanno, però, ancora fatica a percepire la ripartenza dell'economia nella realtà quotidiana. Per trasformarla in crescita non c'è alternativa. Bisogna ridurre la spesa pubblica, che non è solo troppo alta, ma è anche mal distribuita. Ogni euro recuperato dal minor costo del debito pubblico, nonché dalla lotta all'evasione fiscale, va restituito ai contribuenti in regola con l'immediata riduzione delle aliquote Irpef". Il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, intervenuta a nome dell'Esecutivo, assicura che "abbiamo molte iniziative in vista, a partire dalla delega fiscale che ci consentirà di razionalizzare una pressione tributaria ormai insostenibile per le pmi. Ne approfitto per ribadire la ferma intenzione del Governo di non far scattare le clausole di salvaguardia: se vogliamo un Paese dove l'impresa è viva, dobbiamo smetterla di tassarla a morte".

1 luglio: Carlo Sangalli è, per il semestre luglio-dicembre 2015, presidente di turno di Rete Imprese Italia, l'Associazione unitaria delle cinque principali organizzazioni di rappresentanza delle Pmi e dell'impresa diffusa (Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti).

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca