Deficit eccessivo, la Ue avvia la procedura

Deficit eccessivo, la Ue avvia la procedura

L’Italia dovrà sottoporsi a uno sforzo strutturale di bilancio di 0,6 punti percentuali di Pil all'anno, per sette anni. Entro il 15 ottobre andrà inviato a Bruxelles il piano di bilancio per il 2025.

DateFormat

20 giugno 2024

Era atteso, ma ora c’è l’ufficialità: a carico dell’Italia – e di altri sei Stati membri -verrà aperta a luglio una procedura per deficit eccessivo. L’annuncio è contenuto nel “pacchetto di primavera” del semestre europeo, pubblicato il 19 giugno scorso dalla Commissione Ue, senza dettagli sulle richieste relative al ritmo di riduzione del deficit o alla soglia massima che sarà consentita per l'aumento della spesa primaria netta durante il periodo di aggiustamento, esteso con tutta probabilità a sette anni (invece di quattro) su richiesta della stessa Italia.

Verosimilmente il nostro Paese dovrà sottoporsi a uno sforzo strutturale di bilancio di 0,6 punti percentuali di Pil all'anno, per sette anni, poco al di sopra dell'aggiustamento dello 0,5% che il nuovo Patto di stabilità prevede sia comunque richiesto ai Paesi con il deficit oltre il 3% del Pil (indipendentemente dal livello del loro debito pubblico).

All'Italia e agli altri sei Paesi che entreranno nella procedura per deficit eccessivo, la Commissione invierà le "traiettorie di riferimento" circa l'aumento massimo consentito della spesa primaria netta. Questo darà inizio a un fitto dialogo tra Bruxelles e i governi dei Paesi interessati, i quali dovranno poi inviare entro il 20 settembre i loro piani di aggiustamento di medio termine (quattro o sette anni) con le correzioni previste per il rientro dal disavanzo eccessivo.

Entro il 15 ottobre tutti gli Stati membri dovranno inviare i loro piani di bilancio per il 2025. A novembre, poi, con il "pacchetto d'autunno" del Semestre europeo, la Commissione pubblicherà le raccomandazioni sull'aggiustamento di bilancio per i Paesi sotto procedura per deficit eccessivo.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca