Cashback, la maggioranza chiede correttivi

Cashback, la maggioranza chiede correttivi

DateFormat

8 aprile 2021

Maggioranza spaccata e governo in tensione sul cashback a causa della mozione presentata da Fratelli d’Italia in Senato per la sospensione della misura. Pd, M5S e Leu hanno votato contro, mentre Forza Italia, Lega e Iv si sono astenuti.

L’iniziativa sarà comunque rivista, nonostante la bocciatura della mozione, visto che in un ordine del giorno la maggioranza chiede che il governo applichi dei correttivi, in particolare in chiave anti-furbetti (c’è chi per un singolo acquisto esegue decine di transazioni per avere maggiori possibilità di vincere il super premio da 1.500 euro, ndr). Da un lato verrà rafforzato il monitoraggio per evitare pagamenti fittizi, dall'altro si cercherà di evitare "rimborsi troppo generosi" per chi ha un alto reddito. La misura è valida fino al giugno 2022 ed era stata inserita anche nel Recovery Plan, dal quale, tuttavia, potrebbe essere eliminata per dirottare altrove i fondi europei che le sono stati assegnati.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca