Sangalli: "Milano ha le carte in regola per il tribunale dei brevetti" - Asset Display Page

Sangalli: "Milano ha le carte in regola per il tribunale dei brevetti"

Il presidente di Confcommercio ha parlato dell'ipotesi di un trasferimento da Londra al capoluogo lombardo del Tribunale Unificato dei brevetti.

DateFormat

13 gennaio 2020

"Mi auguro che il tribunale dei brevetti venga a Milano, che ha tutte le carte in regola per essere valorizzata come un 'hub' di innovazione a tutto tondo, procurando anche un indotto economico importante e notevole, perchè diventerebbe anche un punto di incontro tra il mondo accademico,
il mondo imprenditoriale e i centri di ricerca, quindi noi sosteniamo questa candidatura". Lo ha detto il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli a margine della presentazione del programma a sostegno della proprietà industriale e del marchio storico, a proposito dell'ipotesi di un trasferimento da Londra a Milano del Tribunale Unificato dei brevetti. "Brevetti, marchi e disegni sono un asset sempre più importante che serve per affrontare al meglio la competizione a livello mondiale - ha aggiunto Sangalli -. Le aziende che investono in questi asset hanno il 21% in più di probabilità di aumentare il proprio fatturato. Noi italiani siamo quarti nel mondo e secondi solo alla Germania nei marchi, al decimo posto nel mondo per quanto riguarda i brevetti. "La valorizzazione dei brevetti è anche uno strumento potente di supporto al Made in Italy e di lotta contro la contraffazione" ha concluso il presidente di Confcommercio.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca