Le "sentinelle del mare" arrivano in Salento

Confcommercio Lecce ha aderito al progetto di salvaguardia dell'ambiente marino organizzato dal Dipartimento di Scienze biologiche dell'Università "Alma Mater Studiorum" di Bologna, in collaborazione con Confcommercio nazionale e Confturismo.

Favorire la conoscenza del patrimonio naturalistico – ambientale del Salento, sostenere l'aggregazione di imprenditori e professionisti del settore turistico-balneare, consentendo loro di acquisire una maggiore consapevolezza delle ricchezze del nostro territorio ai fini di investimenti più responsabili e rispettosi dell'ambiente, supportare la ricerca scientifica mediante una raccolta dati che coinvolga tutti i fruitori delle bellezze marine del Mediterraneo, sono solo alcuni degli obiettivi che si prefigge di raggiunge il progetto di salvaguardia dell'ambiente marino "Sentinelle del Mare" organizzato dal Dipartimento di Scienze biologiche dell'Università "Alma Mater Studiorum" di Bologna, in collaborazione con Confcommercio nazionaleConfturismo, Confcommercio Lecce, SIB Lecce, Confmare Lecce. "Sentinelle del Mare è un progetto di grande rilevanza per il tutto il territorio salentino.» Ha dichiarato Maurizio MaglioPresidente di Confcommercio Lecce, nel corso della conferenza stampa di presentazione. "Coinvolgere turisti e imprenditori in un'attività concreta interamente dedicata alla salvaguardia dell'ambiente – ha sottolineato Maglio - se da un lato significa responsabilizzare turisti e cittadini sulla difesa del nostro patrimonio naturalistico, dall'altro consente di favorire un cambiamento del modo di fare attività imprenditoriale, improntato ad un maggior impegno verso l'attuazione di un turismo sostenibile. Per questo Confcommercio Lecce ha aderito al progetto nazionale che si svolgerà per tutto il mese di giugno nello splendido triangolo delle marine salentine di Alimini, Pescoluse e Torre Pizzo, coinvolgendo direttamente turisti, sub e snorkelisti in attività di rilevamento delle specie marine maggiormente riconoscibili sia sul versante adriatico che su quello ionico. Il progetto inoltre – ha tenuto a sottolineare il presidente – ha accolto la piena disponibilità degli imprenditori del settore turistico ricettivo e balneare del sistema Confcommercio, che si faranno promotori presso le loro strutture dell'attività di rilevamento ed ospiteranno gli addetti ai lavori. Un ringraziamento speciale va fatto, dunque, ai partner Confcommercio Lecce e agli imprenditori che hanno dato piena disponibilità nell'organizzazione del progetto, quali il Presidente di Federalberghi Lecce, Raffaele De Santis, che ospiterà nella sua struttura, a SeRra degli Alimini 1, la biologa durante la prima settimana del progetto; Vito Vergine - Componente di Giunta di Confcommercio Lecce, che ospiterà , la biologa presso le Maldive del Salento nella seconda settimana del progetto; Sandro Portaccio - Membro del Consiglio Direttivo S.I.B. Lecce che ospiterà la biologa a Lido Pizzo nel corso dell'ultima settimana del progetto; Alfredo Prete, Presidente SIB Sindacato Italiano Balneari Lecce; Isacco Margarito - Presidente ConfMare Lecce che coordinerà escursioni ed immersioni nelle tre località marittime; Giuseppe Fierro - Responsabile veicoli commerciali Autosat nostro storico partner che metterà a disposizione della biologa un'autovettura". "Sentinelle del Mare" si svolgerà infatti per tre settimane consecutive, a partire da lunedì 10 giugno p.v., in tre località marine del Salento, ossia Otranto (Serra degli Alimini), Pescoluse (Maldive del Salento) e Torre Pizzo (Lido Pizzo), dove una biologa marina dell'Università di Bologna coinvolgerà turisti e frequentatori degli stabilimenti balneari aderenti nella compilazione di apposite schede di rilevamento delle specie marine, al fine di condurre un'indagine e un monitoraggio più approfondito sul livello di biodiversità marina nel Mediterraneo. "Il programma di "ricerca sul campo" – ha spiegato Alberto Corti, Responsabile del Settore Turismo di Confcommercio nazionale – è arricchito quest'anno da un focus su plastica e rifiuti, che consentirà a tutti i partecipanti, inclusi gli operatori del settore, di accrescere la loro consapevolezza dei danni che queste sostanze arrecano alla salute del mare e adottare dunque pochi ma efficaci comportamenti per ridurne la dispersione e l'impatto" "Il Salento ospita quest'anno per la prima volta il progetto "Sentinelle del Mare" e come Confcommercio cercheremo di utilizzare questa esperienza, oltre che per contribuire al lavoro scientifico dell'Università di Bologna, anche per fare rete sul territorio tra cittadini, Associazione ed Imprese.» Ha dichiarato il Direttore di Confcommercio Lecce Federico Pastore, che ha voluto sottolineare quanto l'Associazione sia impegnata ormai da diverso tempo in progetti di sensibilizzazione e tutela ambientale, come per esempio il primo «Tour Ecologico che vede impegnati cittadini e imprenditori in un'attività concreta di pulizia delle spiagge e delle pinete dai numerosi rifiuti lasciati sull'arenile o riportati fuori dal mare e può contare sull'adesione di molti imprenditori associati". A spiegare i dettagli del progetto "Sentinelle del Mare" nel corso della conferenza stampa che si sta svolgendo sul territorio nazionale nelle più importanti e note località marine è stato il Responsabile Stefano Goffredodocente di Ecologia dell'Università di Bologna. "L'idea nacque nel 1999 con un progetto triennale, in cui si invitava a segnalare, tramite questionari, la presenza del cavalluccio marino lungo le coste italiane. L'efficace e innovativa metodologia adottata venne replicata in un secondo progetto, - ha aggiunto il Professor Goffredo - attivo dal 2002 al 2005 e incentrato sulla biodiversità marina nel Mediterraneo con il monitoraggio di 61 gruppi di organismi indicati in una specifica scheda di rilevamento preparata dai ricercatori. Sentinelle del Mare, che durerà almeno fino al 2020 con la pubblicazione dei primi risultati, - ha sottolineato - rappresenta lo sviluppo di tale studio: a distanza di anni intendiamo infatti valutare le eventuali variazioni dello stato della biodiversità, alla luce anche dei cambiamenti climatici in grado di determinare modificazioni nella distribuzione geografica delle specie, riproponendo ai cittadini il censimento degli stessi organismi".

Di seguito il calendario dell'iniziativa:

·       Da Lunedì 10/6 a Domenica 16/6 a Serra degli Alimini (Otranto);

·       Da Lunedì 17/6 a Domenica 23/6 alle Maldive del Salento (Pescoluse marina di Salve);

·       Da Lunedì 24/6 a Domenica 30/6 a Lido Pizzo (Gallipoli).

 

12 giugno 2019