“Smart mobility”, ecco i primi soldi

“Smart mobility”, ecco i primi soldi

Anche le pmi possono partecipare al bando da 8,5 milioni per migliorare la mobilità sostenibile delle città italiane attraverso la sperimentazione di nuove tecnologie.

DateFormat

20 maggio 2022

Entro il 30 giugno prossimo anche le pmi possono presentare, tramite il portale dedicato, al bando  "Soluzioni innovative per il supporto alle decisioni con funzioni predittivo/adattative per la “Smart Mobility", ovvero la nuova concezione della mobilità che mette al centro il benessere dei cittadini rendendo i trasporti più convenienti, sostenibili e accessibili. A disposizione ci sono 8,5 milioni di euro, stanziati per  migliorare la mobilità sostenibile delle città italiane attraverso la sperimentazione di nuove tecnologie. Con la pubblicazione del bando entra così nella fase operativa il programma di sperimentazione "Smarter  Italy", finanziato e promosso dai Ministeri dello Sviluppo e dell'Università e dal Dipartimento per la  trasformazione digitale, e attuato dall'Agenzia per l'Italia Digitale. I partecipanti al bando dovranno ideare una piattaforma innovativa a supporto della mobilità urbana dei  territori coinvolti in tema di traffico, inquinamento, vivibilità dei centri storici e fruibilità dei distretti industriali.

Nella sperimentazione sono coinvolte undici medie e grandi città, dette "Smart City" (Bari, Cagliari, Catania, Genova, L’Aquila, Matera, Modena, Milano, Prato, Roma e Torino), e dodici città di minori dimensioni, dette "Borghi del Futuro" (Alghero, Bardonecchia, Campobasso, Carbonia, Cetraro, Concorezzo, Ginosa, Grottammare, Otranto, Pantelleria, Pietrelcina e Sestri Levante).

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca