Argomenti: Articolo 

Tremonti: "Europa schiacciata tra Cina e Stati Uniti"

L'ex ministro dell'Economia e delle Finanze ha partecipato alla sessione dedicata agli scenari europei e internazionali. "La Brexit segna la fine dell'Europa globale". Castelli: "I parlamenti non riescono a tenere il passo dell'economia globale".

L'ex ministro dell'Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti, ha partecipato ai lavori del secondo panel della prima giornata del Forum Confcommercio di Cernobbio dedicato agli scenari di riferimento europei e internazionali . "L'Europa - ha detto Tremonti - è l'erba che rischia di essere schiacciata sotto il peso dei due elefanti dell'economia globale: Stati Uniti e Cina. Ci siamo indeboliti: sono crollati i tre pilastri politici che hanno sotenuto i sistemi democratici. I problemi erano domestici e i governi nazionali potevano governarli mentre oggi devono fronteggiare la globalizzazione e l'immigrazione. Il secondo pilastro era quello delle ideologie che funzionavano come "bussola" e terzo la spesa pubblica semptre in deficit ha caratterizzato l'economia degli ultimi decenni".  "Le ideologie - ha detto Tremonti - sono finite e la spesa pubblica non è più un mezzo per acquisire consenso". Tremonti ha chiuso il suo intervento parlando della questione Brexit: "Tutti a preoccuparsi degli inglesi ma in realtà il rischio è che l'Europa si riduca ad una dimensione continentale perdente". "Brexit - ha concluso Tremonti - segna la fine per una speranza dell'Europa in una proiezione globale". Secondo il viceministro dell'Economia e delle Finanze, Laura Castelli  "I parlamenti non riescono a tenere il passo dei cambiamenti dell'economia globale". "Uno Stato innovatore deve avere un modello di sviluppo che favorisca il rapporto tra pubblico e privata. Quando l'Europa si era messa insieme si era data dei punti dai quali partire. Non si è riusciti a realizzare i modelli economici". "Il problema - ha concluso Castelli - è che ci si è concentrati troppo sui progetti a breve termine  senza avere una visione strategica".

22 marzo 2019