Argomenti: Articolo 

Vendite al dettaglio in calo

Non si arresta il calo dei consumi. Secondo l'Istat, a luglio, rispetto al mese precedente, le vendite al dettaglio sono calate dello 0,1% in valore e dello 0,2% in volume.

A luglio 2018 l'Istat stima che le vendite al dettaglio diminuiscano, rispetto al mese precedente, dello 0,1% in valore e dello 0,2% in volume. La lieve flessione complessiva è dovuta al calo delle vendite dei beni non alimentari (rispettivamente -0,3% in valore e -0,4% in volume), mentre sono in leggera crescita quelle di beni alimentari (+0,2% in valore e +0,1% in volume). Nel trimestre maggio-luglio 2018, rispetto al trimestre precedente, le vendite al dettaglio sono aumentate in valore (+0,5%) mentre restano stazionarie in volume. Le vendite di beni alimentari sono in crescita in valore (+0,6%) e in leggera flessione in volume (-0,1%); quelle di beni non alimentari sono in aumento sia in valore sia in volume (+0,2%). Su base annua, le vendite al dettaglio diminuiscono dello 0,6% in valore e dell'1,8% in volume. Le vendite di beni non alimentari registrano un calo dell'1,0% in valore e dell'1,5% in volume, mentre quelle dei beni alimentari sono in aumento in valore dello 0,2% e diminuiscono in volume del 2,1%. La contenuta crescita annua del valore delle vendite del settore alimentare è pertanto dovuta esclusivamente all'aumento dei prezzi.

07 settembre 2018