Barman, baristi e bartender: Fipe accende i riflettori sui professionisti dietro il bancone - Asset Display Page

Barman, baristi e bartender: Fipe accende i riflettori sui professionisti dietro il bancone

La Federazione sarà presente a Host dal 18 al 22 ottobre all’interno del padiglione 14 di Fiera Milano, che per l’occasione si trasformerà in un locale aperto tutto il giorno, al cui interno si muoveranno i migliori professionisti del settore.

DateFormat

18 October 2019

Cosa differenzia un bartender da un barman? Cosa fa di preciso un food runner? E un flair? Quali sono le caratteristiche indispensabili per essere un buon food&drink manager?
Chi cerca risposte potrà trovarle a Fiera Milano dal 18 al 22 ottobre prossimo, presso i quattro stand allestiti dalla Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi (Fipe) in occasione di Host, la principale manifestazione internazionale dedicata al mondo della ristorazione e dell’accoglienza.  Un appuntamento imperdibile, per il quale è stato allestito un calendario ricco di eventi, workshop e contest che faranno da cornice a uno stand che per quattro giorni si trasformerà in un vero e proprio locale pubblico.  Grazie alla collaborazione dei partner commerciali Caffè Milani, Eurochef, Orogel, Oranfresh, Artana Alimentare, Ecozema e PulyCaff, infatti, i visitatori potranno partecipare a una serie di degustazioni a partire dall’espresso della mattina presto, per proseguire con i prodotti da pasticceria, succhi di frutta fresca e cibi di prima qualità. Il tutto, rigorosamente all’insegna della sostenibilità ambientale e del binomio piacere/salute.  Al centro dell’attività dello stand, però, ci saranno soprattutto i professionisti: baristi, bartender, barman, camerieri di sala, food runner e manager. Ciascuno con le sue caratteristiche peculiari, le sue abilità e le sue professionalità da mostrare e comunicare. “In una fase storica in cui la digitalizzazione e l’automazione stanno prendendo sempre più piede persino nel mondo della ristorazione e dei pubblici esercizi in generale - sottolinea il presidente di Fipe, Lino Stoppani - noi abbiamo voluto accendere un riflettore sulle persone. Uomini e donne che con il loro sapere e la loro esperienza riescono a fare la differenza e determinare la fortuna o meno di un locale. Non un approccio passatista, al contrario. Ciò che vogliamo testimoniare è esattamente l’evoluzione delle figure che lavorano nei locali: non più solo baristi o camerieri, ma professionisti cui vengono richieste competenze sempre in evoluzione per capire e soddisfare al meglio le esigenze dei clienti. Una lezione importante anche in chiave futura per le nuove generazioni che si affacciano al mondo della ristorazione o sognano di fare carriera all’interno dei locali”.

 

Banner grande colonna destra interna

Asset Publisher

ScriptAnalytics

Search