Digital Europe 2021-2027, pronto il futuro digitale della UE - Asset Display Page

Digital Europe 2021-2027, pronto il futuro digitale della UE

A Roma evento per la presentazione del nuovo programma proposto dalla Commissione Ue per favorire la trasformazione digitale. Taranto: "speriamo possa garantire maggiore accessibilità agli investimenti in innovazione".

DateFormat

14 November 2019

“La trasformazione digitale non è un semplice potenziamento tramite l’adozione di nuove tecnologie, ma un cambiamento profondo delle modalità di agire”. Così il segretario generale di Confcommercio, Luigi Taranto, nel suo intervento introduttivo all’evento “Digital Europe 2021-2027”, dedicato al nuovo programma finanziario per il futuro digitale dell’Unione Europea e organizzato da Confcommercio, Ecosistema Digitale per l’Innovazione (EDI) e FASI - Finanza Agevolazioni Strategie Investimenti, svoltosi nella sede di Confcommercio a Roma. Taranto ha quindi ricordato che in Italia “l’investimento delle pmi in Ict è di 3mila euro l’anno, un dato che fa riflettere sulla necessità di buone politiche pubbliche sul versante dell’accesso all’innovazione. In questo quadro speriamo che Digital Europe possa contribuire a far fare all’Europa qualche passo in avanti per recuperare il gap rispetto ai principali competitor e a garantire maggiore accessibilità agli investimenti in innovazione”. Tra i molti interventi che si sono susseguiti nel corso della giornata anche quello di Luciano Gaiotti, direttore centrale Servizi per il sistema di Confcommercio, secondo il quale “le risorse di Digital Europe andranno a colmare il gap dell’Europa, ma il problema vero è arrivare alle imprese, visto che fino ad oggi sono state coinvolte solo le grandi. È fondamentale coinvolgere le pmi: un’impresa che opera in un contesto difficile come quello italiano ha difficoltà a capire che il mondo sta cambiando, bisogna aumentare la loro consapevolezza e andare loro incontro. Come? Con soggetti intermedi, i digital innovation hub, che sono già previsti ma che vanno potenziati. Se non c’è qualcuno che batte il territorio e accompagna le imprese nella conoscenza e nell’adozione delle nuove tecnologie continueremo a restare agli ultimi posti nelle classifiche dell’adozione del digitale o peggioreremo ancora”.

 

 

 

Asset Publisher

ScriptAnalytics

Search