IL RAPPORTO 2002 SUL SISTEMA ALBERGHIERO - Asset Display Page

IL RAPPORTO 2002 SUL SISTEMA ALBERGHIERO

D:25-11-2002 P:01 T:Federalberghi: "Il 2002 anno negativo per il settore"

DateFormat

25 novembre 2002
TURISMO: SISTEMA ALBERGHIERO PRODUCE 2% DEL PIL ITALIANO

Il sistema alberghiero italiano produce il 2% del Pil

 

“Il sistema alberghiero italiano, per numero di esercizi e per capacità ricettiva, è il secondo nel mondo dietro gli Usa e rappresenta per il nostro Paese il vero motore dell’economia turistica”. Così il Presidente di Federalberghi-Confturismo Bernabò Bocca ha commentato i risultati del “Rapporto 2002 sul sistema alberghiero in Italia”, presentato a Rimini nell’ambito del Salone internazionale dell’attrezzatura alberghiera. “Con quasi 22 miliardi di euro di fatturato annuo, pari al 2% del Pil, oltre 33 mila imprese, 900mila camere, 1,7 milioni di posti letto e 255 mila unità lavorative annue rappresentiamo forse il comparto più significativo e dinamico sul fronte occupazionale e maggiormente dotato di ulteriori margini di sviluppo per l’Italia. Sollecitiamo pertanto al mondo parlamentare e governativo l’adozione di misure urgenti quali la detraibilità dell’Iva per il turismo congressuale e incentivi per l’assunzione della manodopera, anche a tempo determinato”.

Tra i dati più significativi contenuti nel Rapporto, emerge quello relativo alle catene alberghiere, che in Italia hanno scarsa diffusione. Degli oltre 33mila alberghi, infatti, solo il 2% è costituito da imprese facenti capo a catene internazionali (rispetto al 20% nel Regno Unito, al 18% in Francia ed al 12% in Spagna). Percentuale che sale al 7,5% se alle catene internazionali si aggiungono i gruppi familiari italiani con almeno due imprese. A livello mondiale l’Italia, in termini di esercizi alberghieri, rappresenta il 10% dell’intera offerta e, nel complesso, il nostro sistema alberghiero garantisce una capillare diffusione di molte piccole e medie imprese sull’intero territorio. Annualmente, il nostro Paese accoglie oltre 80 milioni di arrivi turistici (per un totale di 350 milioni di pernottamenti), di cui oltre 45 milioni di italiani ed oltre 35 milioni di stranieri. Di questi, 40 milioni di italiani e 35 milioni di stranieri alloggiano in albergo, determinando quasi 240 milioni di pernottamenti (140 milioni gli italiani e 100 milioni gli stranieri). La permanenza media degli italiani è di 3,6 notti, mentre quella degli stranieri si attesta sulle 3,4 notti. Nella classifica regionale del movimento turistico alberghiero annuo la regione più gettonata per i pernottamenti è l’Emilia-Romagna con 30,6 milioni di notti dormite. Seguono Veneto con 27,5 milioni, Lazio con 25,9 milioni, Toscana con 21,9 milioni, Provincia Autonoma di Bolzano con 19,8 milioni, Lombardia con 19,3 milioni, Campania con 15 milioni, Sicilia con 12 milioni e Liguria con 11,4 milioni.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca