Siena - Asset Display Page

Siena

I vertici della neonata Confturismo locale hanno incontrato il presidente della Provincia per cercare insieme una strada di iniziative per rilanciare il turimo sul territorio

DateFormat

29 ottobre 2002
COMUNICATO STAMPA

Confturismo incontra l’Amministrazione Provinciale

 

 

Il presidente della provincia, Fabio Ceccherini ed i vertici della neo nata Confturismo si sono incontrati a Chianciano ed hanno assunto un impegno reciproco, quello di sviluppare progetti e percorsi di un incremento turistico, concordando sul tema della qualità come uno degli strumenti fondanti la politica turistica della provincia.“Certo, sul tavolo oggi abbiamo necessità di recuperare una stagione turistica difficile - sottolinea Anna Duchini, presidente di Confturismo - ma il territorio ha tutte le carte in regola per giocare un ruolo forte nel panorama nazionale ed internazionale, si tratta di migliorare ancora di più le relazioni economiche fra il sistema turismo e le risorse pubbliche; di migliorare la formazione professionale nel turismo; di attivare una nuova stagione di investimenti pubblici infrastrutturali. Tutto questo richiede la condivisione delle responsabilità e delle idee fra pubblico e privato e -conclude Anna Duchini - sono certa che questo è un pensiero condiviso da tutte le categorie imprenditoriali che si occupano di turismo”.

“La crescita dell’offerta della nostra provincia sarà assicurata da una migliore promozione e commercializzazione dei nostri prodotti turistici e da strumenti, anche di credito, volti a premiare la qualità nelle strutture ricettive nelle loro diverse articolazioni”.Il presidente della Provincia, Fabio Ceccherini, indica subito risposte concrete alle prime richieste avanzate da Confturismo ed ipotizza un percorso di crescita delle sinergie fra pubblico e privato.“Si tratta di disegnare insieme una rete, un vero sistema delle ricchezze turistiche del territorio in modo che la promozione di Siena e provinciacammini di apri passo con la sua commercializzazione. - spiega Ceccherini -Oggi sappiamo bene come ogni consumatore si veste di un profilo turistico diverso in base al motivo per cui soggiorna nella provincia; pensiamo ad un congressista a Chianciano piuttosto che uno straniero nel Chianti, ecco, la“marca” Siena deve trovare comunque, nei diversi momenti di fruizione dell’area, la sua logica d’essere, perché quel congressista può diventare un visitatore delle nostre città d’arte, come quello straniero, può essere un fruitore delle terme di Chianciano. Per far questo dobbiamo capire e definire assieme gli strumenti operativi sui quali confrontarci e le risorse sulle quali puntare per l’obiettivo comune di aumentare i flussi turistici nel senese”.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca