Confcommercio: "Le imprese dei servizi sono le più esposte alle crisi" - Asset Display Page

Confcommercio: "Le imprese dei servizi sono le più esposte alle crisi"

DateFormat

11 settembre 2020

"I dati sull’andamento del mercato del lavoro nel secondo trimestre sono una sintesi più articolata nelle sue specificità di quanto era già emerso dai dati diffusi mensilmente. Risultano con estrema chiarezza le difficoltà che stanno vivendo le imprese dei servizi, le più esposte alla crisi. La perdita di occupati si concentra quasi esclusivamente nei settori che compongono l’aggregato (-810mila nel confronto annuo su 841mila totali ) con un significativo contributo degli indipendenti, -197mila in meno nel confronto annuo".

"Particolarmente colpito il commercio e le attività di servizi di alloggio e di ristorazione, che non bisogna trascurare offrono a molti giovani tra la primavera e l’estate opportunità di lavoro".

"I timidi segnali di ripresa registrati a luglio non dovrebbero aver modificato questa situazione considerato che gli occupati indipendenti continuano a diminuire". Questo è il  commento di Donatella Prampolini responsabile Commissione Lavoro di Confcommercio ai dati Istat.

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca