Le reazioni e i commenti dal sistema Confcommercio - Asset Display Page

Le reazioni e i commenti dal sistema Confcommercio

Dardanello: "una relazione appassionata". Paolucci: "giusta dose di realismo senza trionfalismi". Resca: "analisi molto lucida e incisiva". Sangalli: "Billè ha toccato i problemi del Paese". Bocca: "un giro d'orizzonte completo sull'economia nazionale".

DateFormat

23 giugno 2005
Le reazioni del sistema Confcommercio

Le reazioni del sistema Confcommercio

 

Il vicepresidente di Confcommercio e presidente di Confcommercio Piemonte Ferruccio Dardanello ha sottolineato che la relazione del presidente Billè è stata "una relazione appassionata su temi di grande attualità come il ruolo e la funzione del terziario di mercato che deve trovare dei riconoscimenti che purtroppo in tutti questi anni non ha avuto". "Una presa di coscienza –ha aggiunto Dardanello - su ciò che siamo, cosa rappresentiamo e cosa vogliamo diventare. Il terziario è oggi il protagonista assoluto dell'economia ma viene trattato come una Cenerentola con poca attenzione e poche risorse per gli investimenti". Il vicepresidente di Confcommercio con delega all'innovazione Umberto Paolucci ha evidenziato che quella di Billè è stata "una reazione robusta che ha toccato tutti i temi che andavano toccati con la giusta dose di realismo e quindi senza trionfalismi con una chiusura aperta alla speranza e all'ottimismo che la realtà forse non autorizza fino in fondo". "Anche la risposta del ministro Siniscalco – ha concluso Paolucci - alle nostre preoccupazioni è stata costruttiva e su molti punti ci ha dato ragione. Penso che sia stata una giornata positiva per Confcommercio e più in generale per il nostro Paese". Per il presidente della Mc Donald's Italia Mario Resca è stata "un'analisi molto lucida, molto incisiva e stimolante che ha toccato i problemi che ha il nostro Paese e l'area dei servizi in particolare. C'è stata anche una buona reazione da parte del ministro Siniscalco". Anche per il vicepresidente e presidente di Unioncamere Carlo Sangalli, la relazione del presidente Billè è andata nella "giusta direzione affrontando i veri problemi del nostro Paese soprattutto quelli delle nostre imprese. Buona anche la relazione di Siniscalco che ha dato delle risposte chiare su alcuni temi per noi importanti". Per il presidente di Confturismo Bernabò Bocca, Billè ha fatto "una relazione a trecentosessanta gradi sull'economia nazionale, molto realistica. Chiara e precisa anche la reazione del ministro Siniscalco. In ogni caso è ora di passare dai proclami ai fatti". "Per il turismo è cambiato poco. Di positivo c'è che il dollaro si è rafforzato sull'euro e quindi sta facilitando l'afflusso dei turisti americani. Rimangono però i problemi dell'Italia turistica come le infrastrutture carenti e il carico fiscale sull'Iva. Ci auguriamo che il Comitato Nazionale per il turismo che il ministro Scajola ha istituito e che dovrebbe costituirsi prima dell'estate possa essere utile per affrontare i problemi del nostro settore. Perché senza una vera cabina regia per il settore  si fanno tanti proclami ma non si risolve nulla".       

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca