Protocollo Anci-Confcommercio (23 aprile 2015)

Il 23 aprile 2015 i Presidenti Carlo Sangalli, per Confcommercio-Imprese per l'Italia, e Piero Fassino, per Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), hanno sottoscritto un Protocollo d'intesa per promuovere la riqualificazione e la rigenerazione sociale, economica e urbana, ritenendo maturi i tempi per costruire un nuovo modo di fare città che prenda avvio dall'esperienza concreta e quotidiana vissuta dagli operatori economici e dai cittadini.

Bisogna, infatti, rilevare come città grandi e piccole stiano perdendo a poco a poco il loro ruolo attrattivo, sia sotto il profilo residenziale che dell'offerta merceologica e dei servizi, con conseguente indebolimento dell'offerta turistica e dell'indotto. Inoltre, si può constatare come la disciplina urbanistica risulti, ad oggi, sempre più scollegata dal mutamento continuo che coinvolge gli organismi urbani, non riuscendo a fornire risposte ai repentini processi sociali, economici e ambientali che lì si manifestano.

Il Protocollo ha quindi l'obiettivo di portare il punto di vista dell'economia e del paese reale in quelle che dovranno essere le nuove prassi per analizzare le città, trasformarle e rigenerarle, applicando con efficacia il principio di partenariato e favorendo azioni di promozione della "dimensione urbana delle politiche UE".