Argomenti: Articolo 

Sib: "Attendiamo di conoscere le motivazioni dell'Avvocatura Ue"

"Le conclusioni dell' avvocato generale presso la Corte di Giustizia Europea - e cioé che la proroga delle concessioni balneari al 2020 non sarebbe compatibile con il diritto europeo - necessitano di una attenta lettura e di valutazioni insieme ai nostri legali, già intervenuti in Lussemburgo nel dibattimento, non appena queste conclusioni saranno depositate così da capirne meglio le motivazioni e i possibili effetti". E' quanto afferma Riccardo Borgo, presidente del Sib, il sindacato italiano balneari aderente a Fipe/Confcommercio. "Non é che coltivassimo soverchie illusioni - continua Borgo in una nota - visto anche l' atteggiamento dell' avvocato generale durante il dibattimento: il miracolo non si é avverato e ora vedremo quale sarà - che é poi quello che conta davvero - la sentenza della Corte di Giustizia che avremo tra qualche mese. Martedì prossimo a Carrara, in occasione di Balnearia, nell'assemblea unitaria indetta da Sib, Fiba, Assobalneari e Oasi, avremo modo di approfondire e analizzare tutti gli aspetti
di questa vicenda". "Occorre tenere i nervi saldi e la mente lucida", conclude Borgo.

 

 

26 febbraio 2016
sib