Argomenti: Articolo 

Villa Torretta Forum su Milano e la Brexit

Una nuova politica di relazioni al centro delle iniziative del "think tank"economico e politico promosso dal Gruppo Della Frera con associazioni produttive lombarde, centri studi, operatori internazionali.

"Occorre saper fare lobby, di alto profilo politico e di convinta credibilità nel disegno di integrazione europea, tra istituzioni nazionali e locali, associazioni produttive, operatori economici, per concretizzare le opportunità per Milano, piazza finanziaria ed economica europea". Questo è il messaggio e l'impegno comune che scaturisce dal primo convegno del Villa Torretta Forum, un Think Tank economico politico promosso, nella rinascimentale villa gentilizia alle porte di Milano, dal Gruppo Guido Della Frera, in collaborazione con significativi esponenti delle associazioni produttive lombarde, rappresentate da Francesco Rivolta, direttore generale di Confcommercio, e con SelectMilano, il Comitato che sviluppa iniziative di diplomazia economica tra Italia e Regno Unito, rappresentato dal suo Presidente Bepi Pezzulli. Il Presidente della Commissione Finanze della Camera dei deputati Maurizio Bernardo e il Vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala hanno portato l'attenzione e l'apprezzamento delle Istituzioni, prendendo anche il significativo impegno per un pacchetto di iniziative fiscali e di investimenti pubblici per "Milano distretto degli affari europei" da approvare già in occasione della Legge Finanziaria di Bilancio. Il focus del convegno era sulle recenti elezioni britanniche e le nuove difficoltà di governabilità del processo della Brexit. Nell'incerto scenario, diverse attività di clearing con transizioni in Euro possano lasciare Londra per stabilirsi nell'eurozona. Milano può aspirare a svolgere questo ruolo e attrarre non solo agenzie europee, ma anche banche, fondi, investimenti, per la credibilità conquistata con Expo, la vitalità delle sue imprese di servizi e nel terziario avanzato, la migliorata dotazione infrastrutturale e la qualità culturale, come ha efficacemente delineato Francesco Rivolta che ha proposto lo spirito di "una grande collaborazione trasversale con la politica e nella sussidiarietà della partecipazione di tutte le associazioni dei produttori; come è stato nel caso dell'organizzazione di Expo e come richiede la difficile competizione per attrarre investimenti internazionali sulle nuove frontiere dello sviluppo della Città Metropolitana, che ha tanto da guadagnare se dal lamento rancoroso rilancia il suo spirito propositivo e riformatore saldamente europeo". "Per migliorare l'effettiva attrattività di Milano piazza finanziaria e hub economico europeo servono ancora misure concrete per ridurre quello che è ancora il rischio Paese: l'instabilità e la mancanza di continuità di durature scelte di governo e di riforme strutturali. A Milano una grande alleanza tra istituzioni nazionali e locali e la società economica, che è propositiva e innovativa sulla modernizzazione del sistema e che ha fiducia nell'europeismo, può efficacemente agire per ridurre le inefficienze burocratiche, la lentezza della giustizia amministrativa, la incoerenza normativa e la insopportabile pesantezza fiscale che sono ancora freno e ostacolo alla attrattività del sistema Italia", così ha tratto le conclusioni del convegno Guido Della Frera, presidente di GDF Group, che opera nel settore immobiliare, turistico-alberghiero e socio-sanitario. Guido Della Frera è promotore del VillaTorrettaForum, il Think Tank economico e politico che con convegni e incontri vuole offrire un servizio di analisi, confronto e convergenza tra le parti sociali e la politica su buone idee per la crescita della società italiana impegnata nel determinante cammino di integrazione europea. 

15 giugno 2017