Abi: i pagamenti digitali Italia costano meno che in Germania - Asset Display Page

Abi: i pagamenti digitali Italia costano meno che in Germania

DateFormat

31 ottobre 2019

I costi dei pagamenti digitali in Italia sono più bassi che in molti altri Paesi europei. Lo ha rivendicato il presidente dell'Abi, Anonio Patuelli, intervenendo alla 95esima giornata del risparmio. E "l'Abi - ha aggiunto – non deve e non può fissare prezzi per prodotti e servizi in concorrenza". "Le banche sono in prima fila contro il riciclaggio, strettamente connesso anche all'evasione fiscale. Le banche sostengono alti costi per la legalità finanziaria. Più crescono le transazioni elettroniche - ha proseguito Patuelli - più calano i costi di produzione per gli utenti". E citando i dati di Euromonitor-Mastercard, il presidente dell'Abi ha rilevato come "il livello medio dei costi dei pagamenti digitali in Italia è dell'1,1%, dell'1,6% in Olanda, 1,5% in Germania e 1,2% in Finlandia". Su questo versante "non servono divieti inapplicabili e 'grida' manzoniane, ma più cultura civica e incentivi per i dettaglianti - ha concluso - come avviene come avviene per i benzinai, per i pagamenti elettronici".

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca