Billé: c'è odore di bruciato

Billé: c'è odore di bruciato

DateFormat

15 luglio 1997

"Siamo solo ai preliminari ma sento già odore di bruciato su un paio di cose importanti. La prima è che sembra emergere da qualche parte la volontà di creare artificiosamente un "comparto" che aggreghi tutto il lavoro autonomo in modo da scaricare sulle gestioni attive, come ad esempio quella dei commercianti, debiti accumulati altrove. È come rompere un vaso per cercare di aggiustarne un altro.
La seconda è che si vogliono artificialmente creare più tavoli in modo da indebolire il potere contrattuale del settore terziario che è insieme impresa e lavoro autonomo, potenzialità di sviluppo e di occupazione.
Tutto questo per noi è inaccettabile e ci auguriamo che, dopo questi preliminari e minuetti, inizi una fase di più attenta riflessione e di maggiore trasparenza sui veri obiettivi che si vogliono raggiungere.
Questi criteri di trasparenza, se vogliamo fare di questo welfare qualcosa di veramente nuovo e di economicamente sopportabile, devono essere applicati a tutti gli istituti di tutela sociale compreso l'Inail.
"

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca