Confcommercio su taglio bolletta Pmi: bene prime misure ma ancora ampi margini per ulteriore riduzione di costi

Confcommercio su taglio bolletta Pmi: bene prime misure ma ancora ampi margini per ulteriore riduzione di costi

DateFormat

18 giugno 2014
114/2014

 

114/14
Roma, 18.06.2014

 

CONFCOMMERCIO SU TAGLIO BOLLETTA PMI: 
BENE PRIME MISURE MA ANCORA AMPI MARGINI PER ULTERIORE RIDUZIONE DI COSTI

 

Apprezzabili le misure illustrate oggi dal Ministro Guidi che vanno nella direzione di ridurre concretamente i costi energetici delle Pmi attraverso la modifica di alcune anomalie del mercato che avevano determinato ingiustificabili forme di sussidio e rendite di posizione a danno delle piccole e medie imprese: questo il commento di Confcommercio alle norme che prevedono il taglio della bolletta elettrica contenute nel decreto crescita.

Tuttavia – prosegue la nota - occorre fare un ulteriore passo per garantire a tutte le Pmi un riequilibrio nel sistema di pagamento di voci di costo che andrebbero ripartite equamente tra i diversi soggetti imprenditoriali. In particolare: revisione della fiscalità energetica, più selettività nell'attuale meccanismo di sgravi in favore delle grandi imprese energivore, maggiore efficienza nella fissazione delle tariffe regolate.

E' dunque evidente – conclude Confcommercio - che ci sono ancora ampi margini per ulteriori interventi di riduzione dei costi energetici che, si auspica, vengano realizzati nella seconda fase della riforma.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca