Confcommercio su mercato del lavoro: battuta d’arresto

Confcommercio su mercato del lavoro: battuta d’arresto

DateFormat

30 giugno 2022
116/2022

A maggio si registra una significativa battuta d’arresto per il mercato del lavoro. È prematuro leggervi un’inversione di tendenza nel profilo dell’attività economica, dalla ripresa all’eventuale stagnazione. I prossimi mesi saranno decisivi per stabilire le prospettive a breve-medio termine dell’economia italiana.

La flessione congiunturale del numero di occupati è di contenuta entità, ma si accompagna a una contrazione più consistente delle persone in cerca di occupazione e ad un incremento degli inattivi, sostanzialmente del medesimo ammontare. I tre dati letti congiuntamente, sembrano evidenziare una fase di scoraggiamento che riduce il numero di quanti si offrono sul mercato, probabilmente anche per forme di temporaneo disallineamento tra domanda e offerta relativamente a profili professionali, qualifiche e/o retribuzioni d’ingresso.

Questo il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio ai dati diffusi oggi dall’Istat sugli occupati e i disoccupati a maggio.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca