Confcommercio su inflazione: rallentamento dovuto a fattori stagionali

Confcommercio su inflazione: rallentamento dovuto a fattori stagionali

DateFormat

28 settembre 2018
121/2018

121/18
Roma, 28 settembre 2018

A settembre l'inflazione è tornata a registrare, dopo otto mesi, un calo in termini congiunturali. Sul dato hanno influito essenzialmente fattori di natura stagionale, nelle aree dei trasporti e dei servizi ricreativi. La riduzione congiunturale dei prezzi è stata più ampia delle attese (-0,4% rispetto a una previsione di -0,1%), determinando un rallentamento della variazione tendenziale (da 1,6% di agosto a 1,5% di settembre).

E' il commento dell'Ufficio Studi di Confcommercio sui dati Istat di oggi.

Sull'andamento generale – continua la nota - influiscono in misura significativa le componenti volatili, come dimostra l'ampio divario tra l'inflazione di fondo (+0,8%) ed il dato generale (+1,5%). Questa situazione è destinata a permanere anche a ottobre, in considerazione dei previsti aumenti per i beni energetici regolamentati.

La presenza di uno scarto significativo tra le due misure d'inflazione anche nel complesso dell'eurozona – conclude l'Ufficio Studi - rappresenta, comunque, un elemento importante per la prosecuzione nei prossimi mesi di una politica monetaria accomodante, condizione indispensabile per evitare il peggioramento della dinamica economica.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca