Confcommercio su fiducia: imprese ancora prudenti

Bene il turismo, fragilità nel commercio

Confcommercio su fiducia: imprese ancora prudenti

DateFormat

24 settembre 2021
136/2021

La favorevole intonazione della fiducia rappresenta un buon viatico per la prosecuzione dell’attuale fase di ripresa. Il ritorno a stili di vita sempre più vicini alla normalità continua, infatti, a favorire il miglioramento delle attese dei consumatori, ponendo le premesse per il recupero della domanda, soprattutto sul versante dei servizi. Mentre l’atteggiamento più prudente delle imprese sembra riconducibile, al momento, ad un assestamento su valori che sono storicamente molto elevati, visto che nello scorso mese di luglio è stato raggiunto il livello più alto dall’inizio delle serie storiche (2005). In questo contesto, segnali meno confortanti emergono dagli operatori della distribuzione, il cui calo della fiducia potrebbe essere legato allo spostamento di attenzione dei consumatori dai beni ai servizi: questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulla fiducia di imprese e famiglie a settembre diffusi oggi dall’ Istat.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca