Confcommercio su Pil: troppo debole la ripresa nel 2014

E' opportuna una decisa modifica della politica fiscale

Confcommercio su Pil: troppo debole la ripresa nel 2014

DateFormat

10 dicembre 2013
253/2013

 

253/13
Roma, 10.12.2013

 

 

E' opportuna una decisa modifica della politica fiscale

 

CONFCOMMERCIO SU PIL: TROPPO DEBOLE LA RIPRESA NEL 2014

 

Sono dati che, pur indicando che nel quarto trimestre la nostra economia potrebbe uscire dalla fase più critica, vanno valutati con estrema cautela. La domanda interna registra, anche nel periodo giugno-settembre, un ridimensionamento in termini congiunturali (-0,6% per gli investimenti e -0,2% per la spesa delle famiglie) e non sembrano esservi le condizioni per un miglioramento sensibile di queste variabili nel breve periodo: questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio alle rilevazioni sul Pil e la produzione industriale diffuse oggi dall'Istat.

 

In queste condizioni – prosegue la nota - è difficile ipotizzare nel 2014 una ripresa significativa, almeno in grado di garantire una decisa ripresa dell'attività economica e dell'occupazione. Infatti, dal secondo trimestre del 2011 a oggi il Pil è calato del 4,8% e solo una frazione marginale di questa perdita sarà recuperata nel prossimo anno.

E', dunque, sempre più opportuna una decisa modifica della politica fiscale nella direzione di una restituzione ai pensionati e a tutti i lavoratori – dipendenti e indipendenti – delle risorse derivanti dalla lotta all'evasione e all'elusione nonchè dai tagli alla spesa pubblica improduttiva. Un segnale del genere – conclude l'Ufficio Studi - consoliderebbe la fiducia di famiglie e imprese sulle prospettive future di reddito e occupazione, irrobustendo da subito i troppo timidi segnali di miglioramento oggi presenti nel sistema produttivo.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca